#DOLBYRecensione

Don Jon – 6.5/10

Opera prima di Lewitt, regista e protagonista nella parte di Jon: macchinone, pesi, canotte coatte, e al minuto due il personaggio è chiaramente delineato.
Jon è un playboy, ma che trova più appagamento in Pornhub che nelle donne vere; basterà Scarlett Johansson, il suo corpo da 10 e l’amore per i film romantici a cambiarlo?
‘Don Jon’ si fa apprezzare per scelte politicamente scorrette e divertenti (Jon che recita gli atti di dolore ordinati dal prete in confessionale mentre fa pesi, il rumore del mac che si accende che diventa il segnale per un nuovo porno, i pantaloni sporchi di sperma perchè la ragazza non si concede), ma il film perde mordente, instaurando una routine che vira poi sul lieto fine, con buona pace per il coraggio e l’oroginalità iniziale. L’equazione ‘gioco a basket invece di andare in palestra = sono maturato e meno egocentrico di un tempo’ è abbastanza scadente.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Vai al Film