E se l’infallibile Mr. Popper, asso del business, che tanto cerca di ottenere la promozione del secolo potendosi finalmente sedere al grande tavolo dei magnati dell’azienda per la quale lavora, incappasse in una grande scatola di legno proveniente dal polo sud, contenente qualcosa di veramente molto fragile come…dei Pinguini?
Ebbene sì. La trama del nuovo di film di Mark Waters (tratto da un romanzo a quattro mani) può essere riassunta in queste poche righe. Ma spesso e volentieri non è il così detto ‘plot’ che colpisce l’appassionato del grande schermo, bensì la capacità di un grande attore come Jim Carrey di affrontare un genere cinematografico prettamente rivolto alla sacra e unita famiglia del periodo estivo (e non). Immaginatevi la sala del cinema pronta a proiettare le disneyane avventure di Tommy Popper e dei suoi 5 intelligentissimi amici Pinguini. Ora, se foste lì seduti nel pubblico, voltandovi e dando così le spalle allo schermo…che spettacolo catturerebbe il vostro sguardo? Decine di famiglie composte da bambini, ragazzi, nonni e genitori, commossi dalle tenerezze del pinguino Amoroso, eccitati dal coraggio di Capitano (non vi sbagliate, è una femmina di pinguino!), perplessi per l’aver scoperto, grazie ad Urlacchia, che la gola di un pinguino non è poi così carina come ci si poteva immaginare, ma soprattutto noterete un bel sorriso disteso, rilassato e convincente sul volto di tutti. Merito di chi? Mr. Carrey, naturalmente! Certo, non siamo all’altezza del fantastico e coloratissimo The Mask, tanto meno all’assurdità tipica del buon vecchio Ace Ventura, ma bisogna ammetterlo: ovunque vada, Jim riesce a farci sorridere e a rendere divertente per molti (se non per tutti) anche un film così semplice ed estivo. Tanto di cappello!
Concludendo, un ringraziamento va anche allo splendido cameo di Angela Lansbury e alla bravissima Alina Moradei che con la sua voce ci ha fatto rivivere la Signora Fletcher in abiti eleganti come sempre, ma senza una macchina da scrivere e un taccuino sotto il braccio.
Insomma, chi deve vedere I Pinguini di Mr. Popper? Chi ha voglia di svagarsi un pò al cinema, tralasciando per una sera i grandi film con la “F” maiuscola, chi si sente un pò l’eterno Peter Pan della situazione, e tutti quelli che non sanno resistere ai faccini morbidi e coccolosi dei Pinguini!

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Vai al Film