Apocalittico credo sia il termine migliore per definire questo ultimo (?) episodio de “Il cavaliere oscuro-Il ritorno”. In una Gotham City pacificata e in cui Batman si è ritirato dalla lotta attiva al crimine, già si profilano in lontananza (come si vede fin dalla prima scena del film) nuove minacce criminali prima con Bane e poi con l’astuta ladra Catwoman.
La prima parte del film mi è sembrata piuttosto lenta nel suo svilupparsi, ma mai noiosa, il regista Nolan sa come tenere desta l’attenzione dello spettatore, dopo un’ora e mezza il film finalmente decolla e la storia aumenta velocemente il ritmo che diventa sempre più incalzante con il passare dei minuti. Diversi colpi di scena finali assicurano un finale inaspettato e rendono quest’ultimo episodio all’altezza dei precedenti e nel complesso un buon film, ben riuscito e ben scritto. Molto belle anche le musiche sapientemente dosate per aumentare la tensione o sottolineare le scene più drammatiche.
Credo l’interpretazione più riuscita è quella del nemico di Batman Bane (Tom Hardy), a mio avviso probabile nomination agli Oscar 2013, per la sua eccezionale interpretazione del male assoluto con si concretizza nell’assoluta malvagità e crudeltà delle azioni dello stesso Bane. Bella ed apprezzabile anche l’interpretazione di Catwoman (Anne Hathaway) e del suo personaggio ambiguo teso ad aiutare Batman, ma anche a passare al nemico alla prima occasione…con sorpresa finale. Tre ore quasi di film che passano velocemente, senza mai annoiare, un vero cine comic che intrattiene il pubblico.
Il finale rimane aperto e sembra preludere ad un seguito, dal titolo forse “Batman e Robin”. Unica pecca da segnalare a mio avviso il pessimo doppiaggio in italiano di Morgan Freeman nei panni di Lucius, ma dov’è finita la voce a cui tutti eravamo abituati?Per il resto un film perfetto anche per la fotografia e le grandi inquadrature dall’alto che contribuiscono a dare una visione d’insieme e ad accrescere la tensione del film.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Vai al Film