mamma mia quante lodi e quanti fiumi di parole per un polpettone che tanto ha promesso, quanto mi ha fatto addormentare! dialoghi (o direi più: monologhi) interminabili, scene assurde come quella del camminare in mezzo metro d’acqua che produce però uno tsunami spaventoso (idea rubata da altri film alla lunga migliori), un po’ di action a lungo sospirata action con i due che baruffano (altra scena piazzata lì giusto per mettercela e che c’entra ben poco con l’idea di base del film – classica americanata) e poi (oddioooo!!!) il finale-happy end sdolcinato con lei che lo aspetta nella sua casetta in canadà!! ma dai! e questo sarebbe un capolavoro? quanti altri buoni registi (che magari invece fanno la fame perché non hanno i giusti agganci) avrebbero fatto dieci bei film con tutti quei soldi! paragonarlo a “odissea nello spazio” di Kubrick? ma non fatemi ridere…

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Vai al Film