Dopo aver affrontato l’era glaciale, il disgelo e i dinosauri, i nostri eroi sono tornati e questa volta, immancabilmente, dovranno affrontare un nuovo pericolo: la deriva dei continenti.

In barba a tutte le teorie fisiche e scientifiche sulla formazione degli attuali continenti, grazie a “L’Era Glaciale 4” veniamo finalmente a conoscenza del vero motivo di questo enorme cambiamento ambientale: Scrat! Esatto, come al solito il piccolo scoiattolo preistorico ne ha fatta nuovamente una delle sue e con la sua ghianda ha provocato il distaccamento della crosta terrestre.

Ovviamente questo va ad intaccare l’unione dei protagonisti che tanto amiamo. Manny viene infatti separato dalla sua famiglia, rimanendo intrappolato su un pezzo di ghiaccio alla deriva con i fidati amici Diego e Sid, con l’aggiunta di una improbabile Nonnina di quest’ultimo (che si rivelerà più utile del previsto).

I tre amici, con vecchietta al seguito, affronteranno come sempre mille pericoli e nuovi nemici, ma come è comprensibile, avranno loro la meglio, portando addirittura dalla loro parte uno dei cattivi e facendo così trovare l’amore anche a Diego, spietata tigre in passato, e docile amico nel presente.

Essendo il quarto capitolo della serie si potrebbe facilmente pensare che il film sia un disastro colossale, che rovini i precedenti, che non potrà mai essere alla loro altezza e che sicuramente sia noioso e monotono. Eppure, nonostante tutto, così non è.

Certo, il primo capitolo non si scorda mai e rimarrà sempre nei nostri cuori irremovibilmente, ma nonostante tutto la storia di fondo è stata ben sviluppata e ovviamente i tre eroi (quattro, contando anche lo sfortunato Scrat) non deludono mai!

L’unica nota forse un pò più dolente è la presenza di un chiaro richiamo ai Classici Disney con l’introduzione di un momento canoro che, a dire la verità, è stato un pò fuori luogo.

Chissà se ci sarà un ulteriore seguito a questa storia… certo è che questi simpatici animali preistorici non ci annoieranno mai!

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Vai al Film