“Mangiafoco?!”

Ansia e potenza, potenza ed ansia. Edward “Ed” Warren Miney e Lorraine Rita Warren, uniti finché morte non li separi, in questo thriller/horror.. e non solo.

Storia vera, che porta il messaggio «Fermo lì, il meglio deve ancora venire!». Una casa (che novità), oscure presenze (ma va?), eppure..
Eppure la mia sedia era come ricoperta di colla, impossibile per me distrarmi.
Gli occhi fissi sullo schermo durante la discesa di un vortice probabilmente senza fine.

Opera firmata James Wan, già regista di ‘Saw – L’enigmista’, ‘Dead Silence’ (sarà un pò fissato con le “bambole”?), ‘Death Sentence’, ‘Insidious’, ‘Insidious: Chapter 2’, e che girerà anche il nuovo ‘Fast and Furious 7’ nel 2014. Insomma, di acqua sotto i ponti ne è passata molta, a mio dire, e ne passerà ancora, visto che di questo film è previsto un sequel.

Al regista non riesce difficile raccontare una storia dai tratti tipici, ma reali. Questo perchè il film, così come i suoi fratellastri: ‘Amityville Horror’ e ‘The Haunting in Connecticut’ si basa su vicende realmente accadute, o almeno presunte tali, vissute dai coniugi Warren, investigatori del paranormale appartenenti alla vecchia scuola statunitense, classe ‘26, e fondatori della ‘New England Society for Psychic Research’, il più antico gruppo di cacciatori di fantasmi del New England.

Durante la visione del film, la mia facoltà di giudizio era come “atrofizzata”. Riuscivo, si, come spesso accade, ad anticipare le mosse di tutti i personaggi, ma non ad intendere come si sarebbero mescolate le une con le altre (dopotutto non sono un medium).

Il film, che richiama il cinema horror anni 70, prende per il colletto lo spettatore, scuotendolo, percuotendolo, sbattendolo, sopra e sotto, di qua e di là, senza un attimo di pace. Insomma, riesce appieno nel suo scopo.

Ed una domanda riecheggia imponentemente nel cervello dello spettatore «Come diavolo andrà a finire questa maledetta storia?»

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Vai al Film