LUCY

Se non siete andati al cinema negli ultimi dieci anni, allora togliete pure i – dal voto. Si perchè Lucy riesce tranquillamente nell’ intrattenere lo spettatore, e anche nel lasciare qualche immagine davvero di impatto (soprattutto verso il finale).

Il problema di fondo è che Besson ha girato rubando a man bassa idee da altre pellicole: se ironicamente dal trailer si abbiamo predetto un cocktail di Limitless e Nikita, in realtà l’ ingrediente principale è Akira, tanto che chi vedrà Lucy sul finale si porrà il dubbio di non aver sentito IO SONO TETSUO.

Detto questo, la Scarlett è sempre un bel vedere, mentre Morgan Freeman è Piero Angela di colore. Neanche a dirlo, la parte dell’eroe la fa la polizia francese, mentre l’unica scena d’azione che finisce in ridicolo è all’aeroporto italiano. Besson maledetto nazionalista.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Vai al Film