Commedia indie che rischia di fare la figura del fondo di magazzino destinato ai torridi weekend estivi (per di più con il colosso The Amazing Spider-Man a fare da concorrenza), Quell’idiota di nostro fratello è in realtà un film piccolo ma molto piacevole, con un cast di lusso (e di talento) in cui spicca la new girl televisiva Zooey Deschanel. Qui Zooey interpreta la sorella di un hippie trentenne (Paul Rudd) dal cuore d’oro ma dalla bocca larga, che per troppo candore finisce per incasinare le vite delle sue tre sorelle (oltre a Zooey, Elizabeth Banks ed Emily Mortimer).

Un microcosmo tutto al femminile, in cui però le donne appaiono per lo più isteriche e aggressive, preda di umori che l’unico elemento maschile della famiglia non può far altro che subire. In questo quadro (vagamente misogino), Zooey interpreta la sorella più piccola e meno responsabile, senza famiglia (ha una relazione lesbica con un’avvocatessa) e senza lavoro, fatta eccezione per delle saltuarie performance come stand-up comedian. In cerca di un’identità, soprattutto sessuale, finisce per tradire la sua compagna, infilandosi in un ginepraio di bugie e fraintendimenti.

Accanto a lei, Paul Rudd è il perfetto ingenuo, incapace di calcolo e malizia, talmente svagato da chiedere a un vagabondo di reggergli una mazzetta di banconote o da confessare a un poliziotto di avere per le mani della marijuana. Un tizio sempre in cerca di complicità (maschile e femminile) e invece inevitabilmente emarginato dalla società ossessionata dal controllo e dal profitto in cui vive. Molte buone gag, una morale facile facile, e la sensazione di assistere a un tipo di commedia – che si ferma un attimo prima di affondare nel demenziale ed è restia alla volgarità fine a se stessa – che pian piano il post-Todd Philips (Una notte da leoni) sta facendo sparire.

Leggi la trama e guarda il trailer del film

Mi piace
Idea semplice, buona recitazione, poca volgarità fine a se stessa

Non mi piace
Le donne fanno tutte la figura delle isteriche: una puntina di misoginia?

Consigliato a chi
Ama le commedie indie, e il talento di Paul Rudd e Zooey Deschanel

Voto: 3/5

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Vai al Film