Duetto per Kleenex e glicerina. Ma c’è poco da scherzare con un film così emotivamente manipolativo, recitato da due protagonisti quantomai fuori ruolo, rigurgitante vita, cuore e amore leziosi, apatici, falsissimi come il rock/punk/grunge d’Iggy Pop, Ramones e Sonic Youth ridotto a serenata romantica o stornellamento acustico (la cover di “Today” degli Smashing Pumpkins). “Teen weepie” che riesce nella non facile impresa di prendere il peggio dai suoi illustri predecessori, da “Ghost” ad “Amabili resti” fino al recente “Colpa delle stelle”, per esaltare il conformismo d’un innamoramento e d’una routine familiare sfrondati del minimo lato disturbante, irregolare, non banale.
Ps: il film cita la frase “life is what happens to you while you’re busy making other plans” attribuendola a un diffuso modo di dire invece che a John Lennon, che la inventò usandola come verso in “Beautiful Boy (Darling Boy)”, settimo brano dell’album “Double Fantasy”. La canzone fu scritta nell’estate 1980 e pubblicata il 17 novembre. Lennon venne ucciso solo tre settimane dopo, l’8 dicembre. Troppo sconvolgente anche il citare la fonte corretta con annesso aneddoto?
Pps: i Sonic Youth di “Goo” (1990) appaiono sulla maglietta d’Adam (strano che la partner giuliettesca non si chiami Eva: Cutler è già abbastanza didascalico così?), mentre quelli di “Murray Street” (2002) sono nella soundtrack (cover di “Karen Revisited”).

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Vai al Film