All’inizio dell’estate, mentre ero in sala a guardare la pubblicità e i trailer promozionali trasmessi prima della proiezione del film, ho visto per la prima volta il trailer di “Shadowhunters-città di ossa” e ne sono rimasta davvero folgorata!
Tutto è riuscito a catturare la mia attenzione: le stupende immagini di New York; le atmosfere gotiche e misteriose; i due attori protagonisti, Jamie Campbell Bower e Lily Collins, che avevo già visto all’opera in altre pellicole (lui in Sweeny Todd, Harry Potter e la Twilight saga, lei in the Blind side e in Mirror Mirror) e le cui interpretazioni ero curiosa di seguire in questo film; la curiosità di scoprire quale ruolo potesse avere nella storia Jonathan Rhys-Meyers; le musiche; la storia.
Quest’estate, al cinema, mi è capitato più volte di rivedere il trailer e la “febbre” è cominciata a salire. Non vedevo l’ora di guardare questo film e, finalmente, ieri sera ne ho avuto l’opportunità. Mi è piaciuto davvero moltissimo! Le aspettative del trailer sono state perfettamente appagate. Dopo il tentativo mal riuscito di conquistare gli “orfani” della Twilight saga con film quali Hunger games, Warm bodies e Beautiful creatures, credo che a Hollywood finalmente siano riusciti ad individuare il degno erede con la saga di “Shadowhunters”! Non la conoscevo, non ne sapevo praticamente nulla, però il trailer mi aveva talmente colpita che mi sono precipitata a cercare informazioni sui libri, che ho cominciato ad acquistare e che non vedo l’ora di leggere, e sulla scrittrice, Cassandra Clare. Ho letto i libri di Stephenie Meyer e ho guardato tutti i film della Twilight saga, apprezzandola più per i sorrisi e i momenti di spensieratezza che ha saputo trasmettermi che per lo spessore della trama (a mio avviso, del tutto insulsa ed inesistente) e l’interpretazione degli attori (Kristen Stewart, i fan mi perdonino, è davvero pessima, inespressiva ed incapace di trasmettere alcuna emozione). Shadowhunters punta a conquistare anche i fan dei RobSten e della Meyer, ma a mio avviso è lontano anni luce dalla Twilight saga, è mille volte meglio!!! Curatissimo negli effetti speciali, nella stesura e lo sviluppo della trama e dell’intreccio della storia, con luoghi ed atmosfere che incantano, una colonna sonora molto azzeccata (tra cui ho apprezzato moltissimo le musiche di Bach!), una recitazione molto ben riuscita, un’alchimia perfetta tra i protagonisti, una giusta dose di humor che non guasta e stempera i toni, una storia che coinvolge e affascina, Shadowhunters merita di avere successo, di conquistare i cuori di lettori e spettatori, di avere un largo seguito e di far parlare di sé per molto tempo. Spero proprio che l’intera saga venga trasposta al cinema e non vedo l’ora di immergermi nella lettura dei romanzi.
Shadowhunters, in poche parole, per me è stato un vero e proprio colpo di fulmine!
Non me ne vogliano i fan di Twilight, ma questi sì che sono personaggi credibili e coinvolgenti e questa sì che è una storia!!!

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Vai al Film