Ho assistito alla prima di “Super 8”, che dire?, un bel film per ragazzi in un contesto giallo. Dal trailer sembra che sia un film destinato maggiormente ad un pubblico adulto ed invece sono felice di dire il contrario: un capolavoro del genere destinato a diventare un classico per ragazzi al livello di E.T!
Attori, anche se ragazzi, con un livello di recitazione molto alto (soprattutto Joel Courtney di cui se ne è parlato poco), effetti speciali grandiosi che non stonano mai con il contesto in cui è ambientato il film, una trama che sfrutta l’effetto nostalgico dell’epoca. Il regista, del resto, racconta il periodo della sua vita nella quale il Super 8 era l’unica tecnologia amatoriale che ti permetteva di poter girare filmini e cortometraggi. Joe è un ragazzo appasionato di cinema che dopo la morte di sua madre resta solo con il padre, che però è il vice sceriffo della piccola città città in cui è ambientato il film e che quindi non è molto presente nella vita di Joe. Mentre lui e i suoi amici sono intenti a girare un film horror da presentare in un festival di Super 8, sono partecipi del deragliamento di un treno. Loro scappano lasciando cadere a terra la cinepresa che continua a riprendere………Tutti i ragazzi sopravvivono, ma da qual momento accadono starni avvenimenti: cani e persone iniziano a scomparire e nella cittadina scoppia il panico. I ragazzi, ormai coinvolti nel caso, iniziano ad indagare, scoprendo cose che non avrebbero mai immaginato! In realtà il colpevole di tutto questo è………….non ve lo dico, dovete andare al cinema a vederlo! Fra effetti speciali straordinari, scoperte inquietanti e delle interpretazioni che in alcuni passaggi strappano anche qualche lacrime, Super 8 ci riporta nelle atmosfere tipiche degli anni 80 trasportandoci da un genere all’altro. Complimenti al regista e agli attori, che sono sicuro vedremo anche in altri ruoli in futuro. Un capolavoro del genere!!! Consiglio a tutti di andarlo a vedere!!!

Voto:9 e mezzo

Cinefilo Ischitano

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Vai al Film