Dopo il successo e le cifre da capogiro che hanno accompagnato i tre precedenti episodi ecco arrivare nello nostre sale il tanto atteso Breaking Dawn, Parte Prima. Attesa ben ripagata a mio dire. Tutto è stato confezionato con cura: dalla scelta del regista Bill Condon fino alle musiche che si adattano perfettamente con le scene del film. Un film ricco di emozioni che assumono un sapore diverso a seconda delle scene,un matrimonio romantico e pieno di amore, una notte di nozze dove non è importante quanto dei loro corpi nudi viene mostrato ma piuttosto quanto delle loro emozioni arriva allo spettatore e c’è tutto dalla tensione nel dover affrontare una cosa nuova e sconosciuta come il sesso al desiderio di appartenersi per sempre, una gravidanza difficile, i rapporti che cambiano tra i protagonisti. Magistrale l’interpretazione di Kristen Stewart che riesce nel compito di mostrare al pubblico una Bella diversa, cresciuta, forte a tal punto da diventare prima moglie e poi madre senza più quell’insicurezza che ha sempre caratterizzato il personaggio. Bravo Condon nel saper affrontare con sensibilità temi come il sesso e la gravidanza. Ottimo Pattinson (Edward) che ci fa vivere tutte le sensazioni e gli stati d’animo del protagonista. Geniale l’idea di mostrare i ricordi di Bella al ritmo di un cuore in trasformazione, dà al pubblico il giusto pathos ma anche la consapevolezza che tutta la storia è come un puzzle che pian piano si sta ricomponendo. C’è amore, passione, rabbia, rassegnazione, sacrificio, tutti ingredienti da gustarsi senza pregiudizi ma con la voglia di provare emozione, almeno per una sera.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Vai al Film