Finalmente un film che rispetta il libro! Questo il mio pensiero durante la visione: ho “visto” le pagine tanto amate. Ovvio non tutto corrisponde, e non tutto è stato approfondito nel migliore dei modi ( si è scivolato troppo velocemente sulla lotta interiore che Jacob vive nel subire i comandi dell’alfa e che lo portano a fare una scelta sofferta ma l’unica possibile per lui) ma un plauso va all’impegno di aver voluto mostrare i sentimenti e la crescita dei personaggi:
Bella, consapevole di cosa sta scegliendo ( il sogno prima del matrimonio è un monito a un suo possibile futuro)prima moglie che cerca di sedurre il marito (divertentissime le scene di seduzione) poi genitrice del frutto del loro legame, pronta anche all’estremo sacrificio di sé ( perché anche in questo modo Edward avrebbe per sempre una parte di lei); Edward che si immerge finalmente nella sua umanità sia negli aspetti più felici e gioiosi (il matrimonio, l’inizio della luna di miele) che in quelli più difficili ( la paura di farle male per la sua forza, la frustrazione e la rabbia per la scelta che Bella gli impone di tenere in vita ciò che le cresce in grembo ) fino all’accettazione del suo ruolo di padre e di protettore della sua famiglia; Jacob, da “testa calda” che rischia di rovinare il matrimonio e poi si ritrova a fare i conti in fretta tra la sua rabbia per la gravidanza e l’amore per Bella, che lo spinge a crescere e ad accettare il suo vero ruolo nel branco.
Regia, fotografia e musica si fondono perfettamente per rendere l’epicità della storia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Vai al Film