L’eternità è solo l’inizio, l’unica misura di tempo adatta a contenere tanto inestinguibile amore quanto Edward e Bella si giurano il giorno del loro matrimonio nella prima parte del quarto capitolo della Twilight Saga :Breaking Dawn. Dopo aver atteso col fiato sospeso di vedere i nostri eroi donarsi interamente l’un l’altro , tutti abbiamo emotivamente preso parte alle nozze .Quando non sei tu a scegliere l’Amore, ma è l’Amore a farti suo, l’unico modo possibile è quello di abbandonarsi totalmente ai propri sentimenti e lasciarsi guidare dal cuore verso strade impervie e decisioni talvolta irrazionali.
Quando si ama così intensamente, si comprende come Bella abbia potuto lasciarsi alle spalle la vita da umana, rinunciando agli amici e ai suoi affetti, per vivere il resto del “sempre” con chi, ormai, è diventato più importante della sua stessa vita; con chi ora rappresenta tutto il suo mondo, l’unico in cui voglia vivere.
Amore, vita, eternità, morte si intrecciano in un’unica trama.
Ed anche quando Bella pensa che il suo cuore sia colmo in ogni sua parte di Edward, scopre che un figlio può raddoppiarne le dimensioni. Tuttavia l’umanità rende vulnerabili ad un figlio al confine tra l’umano ed il mitologico. Si comprende allora che l’amore supera la morte, che offre la propria vita e che dona nuova vita.
L’ultimo battito del cuore di Bella echeggia urlando AMORE, fino a fermarsi poi per sempre nell’immobile immortalità. Un palpito, un altro, poi un tonfo sordo ed il silenzio…. Due occhi rossi si spalancano sul viso perfetto della nuova e un po’ meno fragile signora Cullen.
Qualunque sia la nostra natura vampiro, umano, lupo o umano a metà, siamo fatti per amare.Perché altrimenti saremmo stati dotati di un cuore? L’amore e l’amicizia sono i comuni denominatori di questa romantica ed eccitante avventura.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Vai al Film