Trasformers 3, uno spettacolo senza fine, un emozione indimenticabile.
Signori, questa è adrenalina allo stato puro.
Trai i migliori 3D dell’anno, lo spettatore è al centro dell’action e viene assorbito dalla profondità di ogni sequenza proiettata.
Complimenti Micheal Bay, un mostro di bravura, un grande perfezionista, altro che un berbero dittatore, un filmaker che sta facendo scuola, e di fronte a cotanta bravura anche i più incalliti detrattori non devono far altro “Tanto di cappello”.
Del resto il Box Office parla da solo.
Signori, siamo di fronte all’arte visiva elevata all’ennesima potenza.
Le scena dell’grattacielo è sbalorditiva.
Ritmi frenetici, action no stop, profondità aerea e spaziale in tutte le inquadrature, humour demenziale con qualche personaggio fuori dalle righe per strappare qualche sorriso.
Buona la recitazione dei protagonisti, anche se per il genere, sembra che i robot gli rubino la scena.
VOTO: 10

Cinefilo Ischitano

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Vai al Film