UN FANTASTICO VIA VAI
Ormai mi sono rassegnata al fatto che non ci sarà mai più un altro CICLONE,da anni i film di Pieraccioni non mi fanno più ridere ma sorridere.Un Fantastico Via Vai,in particolare,sottolinea quanto il regista sia cresciuto da quando è diventato padre.Infatti nel film Leonardo Pieraccioni si ritrova a dover convivere con dei ragazzi universitari,tornando indietro nel tempo a quando anche lui aveva vent’anni,ma inevitabilmente viene fuori la sua “maturità” che lo trasforma nel “vecchio saggio” che dispensa consigli a destra e a manca rendendo tutto semplice,anche le situazioni apparentemente più complicate.Non sarà un film comico(nel vero senso della parola)ma è di sicuro un film riflessivo in cui tutto significa qualcosa,anche il finale(che molti riterranno assurdo)in realtà vuole completare il cerchio.E’ un film leggero,pulito,senza troppe pretese che,però,dà la possibilità di trascorrere poco più di un’ora e mezzo in totale spensieratezza.Di sicuro le maggiori risate le strappano i duetti tra Maurizio Battista e Marco Mazzocca.
VOTO 6-

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Vai al Film