Fasciarsi la testa prima di essersela rotta, mettere il carro davanti ai buoi, raggiungere il Monte Fato prima di avere l’Anello del Potere: usate la formula che preferite, ma per descrivere la petizione contro la serie tv del Signore degli Anelli questi proverbi sembrano decisamente adatti. Ben lontana dall’aver visto ancora la luce, decine di migliaia di persone si sono già “mobilitate” per un appello alla produzione, tutto basato su un rumor.

Dopo le polemiche riguardanti il cast di Lord of The Rings, qualche tempo fa era emerso il fatto che la serie tv potrà forse avere alcune scene di nudo. Il sospetto nasce da una casting call lanciata in Nuova Zelanda, in cui venivano appunto cercate persone disponibilità a stare nude per alcune scene. Questo aveva fatto pensare che la serie del Signore degli Anelli, che sarà la più costosa mai realizzata, potesse in qualche modo diventare una sorta di nuova Game of Thrones.

Ebbene, tutto questo a qualcuno non piace proprio. Il profilo Catholic Memes ha lanciato una petizione sulla popolare piattaforma Change.org dal titolo “TENETE LA NUDITÀ LONTANO DALLA SERIE DI LOTR“, con tanto di caps lock. Si legge:

«Amazon Prime ha in produzione una serie sul Signore degli Anelli ambientata prima della trilogia. Hanno assunto “coach per l’intimità” e ricercato attori a loro agio con scene di nudo durante i casting. Il lavoro di Tolkien è veramente sano e pieno di incredibile simbolismo cristiano. Era un devoto cattolico e la sua memoria non ha bisogno di essere macchiata con scene di nudo gratuito o anche solo minima nudità. Le creazioni di Tolkien sono sempre state per lo più family friendly. LASCIATE LE COSE COSÌ!»

La petizione – tra i cui commenti viene gridato a gran voce di tenere Il Signore degli Anelli puro e di non mancare di rispetto a Tolkien – ha quasi raggiunto l’obiettivo delle 35.000 firme. Difficilmente Amazon Prime, di fronte ad una spesa da 465 milioni di dollari potrà fermarsi di fronte a una cosa del genere. 

Qui di seguito la sinossi ufficiale della serie Il Signore degli Anelli:

La nuova serie di Amazon Studios porta sullo schermo per la prima volta le eroiche leggende della mitica Seconda Era della storia della Terra di Mezzo. Questo dramma epico, ambientato migliaia di anni prima degli eventi di Lo Hobbit e Il Signore degli Anelli di Tolkien, riporterà gli spettatori in un’epoca in cui furono forgiati grandi poteri e i regni raggiunsero la gloria e caddero in rovina. Improbabili eroi furono messi alla prova, la speranza era appesa a un filo sottilissimo e il più grande villain mai uscito dalla penna di Tolkien minacciò di far precipitare tutto il mondo nell’oscurità. Prendendo il via in un periodo di relativa pace, la serie segue un cast di personaggi, sia familiari che nuovi, mentre affrontano il temuto riemergere del male nella Terra di Mezzo. Dalle profondità più oscure delle Montagne Nebbiose, alle maestose foreste della capitale degli elfi di Lindon, al regno dell’isola mozzafiato di Númenor, ai confini più remoti della mappa, questi regni e personaggi si ritagliano eredità che sopravvivono a lungo dopo la loro sparizione.

Leggi anche: Il Signore degli Anelli: gli ultimi aggiornamenti sulla serie faranno felici i fan di The Witcher

© RIPRODUZIONE RISERVATA