WandaVision è finito e l’ultimo episodio ha risposto a molti quesiti irrisolti seminati nella serie Disney+. Molti altri dubbi però, compresa la presenza o meno di Mefisto, sono rimasti aperti e in parte andranno a nutrire le prossime avventure del MCU. C’è una domanda che si sono posti i fan alla quale invece il regista Matt Shakman ha voluto rispondere subito: che fine hanno fatto i due attori che vediamo comparire negli spot della sitcom di Wanda Maximoff/Scarlet Witch (Elizabeth Olsen)?

Come sappiamo, Wanda ha creato la sua realtà fittizia assegnando diversi ruoli agli abitanti di Westview. Non è mai stato del tutto chiarito, però, se gli interpreti degli spot facevano parte o meno dell’anomalia Hex. In una recente intervista con TVLine, Matt Shakman ha confermato che gli spot erano una creazione di Wanda e che gli attori coinvolti erano altri due cittadini di Westview.

«Wanda ha dato dei ruoli a quasi tutti a Westview», ha spiegato Shakman. «Quei due attori, o cittadini, che erano negli spot pubblicitari seguivano esattamente le regole di tutto il resto: venivano iterati nelle diverse epoche, nello stesso modo in cui l’auto di Wanda è una Buick rossa che si ripete nel tempo. Wanda ha scelto queste due persone per essere i suoi attori di spot, compaiono in ogni singolo episodio e fanno parte della trasmissione».

«Quegli spot erano anche una sorta di deposito per l’inconscio di Wanda», ha aggiunto Shakman. «Lei stava mettendo in quelle pubblicità indizi per alcune delle tematiche più grandi della serie».

Nei giorni scorsi molti fan avevano sviluppato diverse teorie sugli attori degli spot, incluso il fatto che potessero essere i veri genitori di Wanda, o che i loro prodotti potessero rappresentare ciascuna delle Gemme dell’Infinito. Niente di tutto questo, quindi, ha un fondamento nelle intenzioni degli autori, ma certo sono stati tra i passaggi più curiosi e divertenti della serie.

Fonte: TV Line

Foto: Disney/Marvel

© RIPRODUZIONE RISERVATA