270 film di cui  200 lungometraggi, 40 prime mondiali, un budget di oltre nove milioni di euro.  E soprattutto un parterre di star americane attese in Piazza Grande senza precedenti per il Festival di Locarno, in programma quest’anno dal 3 al 13 agosto. Sono i numeri e le novità di una rassegna che anno dopo anno si avvicina sempre di più ai fasti del Lido veneziano.

I grandi nomi
Cominciamo con i grandi titoli americani, quelli che si porteranno dietro anche gli ospiti più attesi. Il film di apertura del festival, il 3 agosto, sarà Super 8, di J.J. Abrams, che verrà introdotto da un video messaggio del papà di Lost e Fringe. Sarà anche il primo titolo ad essere proiettato sul gigantesco schermo all’aperto di Piazza Grande (26 metri di lunghezza per 14 di altezza).
Il 5 agosto toccherà a Friends with Benefits (ovvero Amici di letto: istruzioni per l’uso), con protagonisti le due giovani star Mila Kunis e Justin Timberlake.
Mentre sabato 6 sbarcheranno nella città svizzera i pezzi da 90: la prima europea di Cowboys & Aliens sarà infatti accompagnata da tutto il cast – Harrison Ford, Daniel Craig e Olivia Wilde – oltre che dal regista Jon Favreau.
Altre due pellicole americane molto attese, il noir Drive (il 6 agosto) – di cui vi abbiamo parlato con entusiasmo da Cannes – con Ryan Gosling, e l’horror a tematica religiosa di Kevin Smith, Red State (il 7 agosto), di cui vi avevamo raccontato dal Sundance 2011.

Gli italiani

Un solo titolo in concorso, ed è Sette opere di misericordia dei fratelli De Serio, con Roberto Herlitzka, storia dell’incontro/scontro tra una giovane clandestina che vive in una baraccopoli e un anziano malato e misterioso.
Ben tre, invece, i titoli fuori concorso.
Sono Inconscio Italiano, firmato da Luca Guadagnino (Io sono l’amore), che il direttore del festival Oliviere Père ha definito «un saggio cinematografico sull’immaginario colonialista italiano»; Milano 55%, un film collettivo sulle recenti elezioni comunali nel capoluogo lombardo; e 1 Due 100 Officine di Danilo Catti. A questi titoli principali va aggiunto L’estate di Giacomo, nella sezione Cineasti del Presente dedicata esclusivamente ad opere prime e seconde, e il Pardo alla Carriera che premierà la nostra Claudia Cardinale, omaggiata anche con la proiezione di 8½ di Federico Fellini.
Italianissima è anche l’attrice Jasmine Trinca, membro della Giuria del Concorso Internazionale assieme all’attore francese Louis Garrel, al produttore portoghese  Paulo Branco, alla regista svizzera Bettina Oberli e all’attrice tedesca Sandra Huller.

Azione, horror e fantascienza

La vocazione di un festival “ribelle” ed “eccitante” – come l’ha definito lo stesso Père – non può che essere quella di dare grande spazio a tutto quel cinema di genere che di solito fatica a trovare spazio nelle grandi rassegna di cinema d’autore. E così, dopo il film scandalo di Bruce LaBruce nell’edizione 2010 L.A. Zombie (addirittura un porno-horror), quest’anno si rinnova una proposta ricca di cinema “alternativo”.
Oltre ai citati blockbuster di fantascienza Super 8 e Cowboys & Aliens, a Locarno, saltano all’occhio nel programma il fantasy post-apocalittico tedesco Hell, l’action nordico Headhunters, il thriller “teppisti-contro-alieni” inglese Attack the Block, la mega-produzione cinese Let the Bullets Fly (con Chow Yun-Fat), il fantasy melò americano targato Fox Another Earth.
Senza contare il Pardo d’onore ad uno dei registi americani più controversi e poco concilianti come Abel Ferrara, cui per l’occasione sarà dedicata una retrospettiva di 4 titoli e che presenterà le prime immagini del suo nuovo 4:44 Last Day on Earth con William Dafoe.

Altre segnalazioni sparse dal programma: la commedia Le Havre di Aki Kaurismaki, per molti il migliore tra i film visti all’ultimo Festival di Cannes; il melò The Loneliest Placet, con Gael Garcia Bernal; l’indie americano Terri con John C. Reilly. Senza dimenticare la retrospettiva completa dedicata al regista Vincente Minnelli, del quale verrà proiettato in Piazza Grande il celebre musical Un americano a Parigi, alla presenza dell’attrice francese Lesile Caron.

Per il programma completo, giorno per giorno il  sito del festival: www.pardolive.ch

© RIPRODUZIONE RISERVATA