Quando la Warner Bros. decise di riportare al cinema Batman dopo la fine della trilogia del Cavaliere Oscuro, non ci furono dubbi riguardo al protagonista: l’uomo pipistrello era solo e soltanto Ben Affleck. Lo ha da poco confermato uno dei produttori di Batman v Superman: Dawn of Justice, Charles Roven, in barba alle tante polemiche che ancora imperversano sulla scelta dell’attore.
Sappiamo che la pellicola avrà tante influenze dalla graphic novel di Frank Miller, ma che comunque anche Christopher Nolan (in quanto produttore esecutivo) ha messo mano alle decisioni del team. La sua parola sarà valsa per il ruolo dato a Ben Affleck?

Charles Roven su questo punto è molto chiaro: «Abbiamo sempre saputo di volere Ben Affleck. Era esattamente quello che ci serviva. Volevamo un Batman adulto, che servisse da contraltare al giovane e forte Superman (interpretato da Henry Cavill). Ci serviva un duro, un personaggio tosto, che fosse anche molto alto. Non c’erano poi tanti attori che soddisfacessero questi requisiti. Ben è alto ben 193 cm, Henry 185. Superman deve alzare gli occhi per guardare Batman, in pratica lo torreggia. Volevamo questa dinamica tra i due, e Ben era perfetto.
Rispetto a Nolan, questa volta Batman sarà molto di più un animale sociale, nella versione di Bruce Wayne, e appena mette il mantello si trasforma in un ragazzone ruvido. Molto, molto ruvido

Una volta per tutte, vi siete convinti che Ben Affleck è l’uomo giusto?
Qui di seguito il video delle dichiarazioni di Charles Roven.

Fonte: cbm 

© RIPRODUZIONE RISERVATA