Ben Affleck ultimamente è molto impegnato con la campagna pubblicitaria di Gone Girl-L’amore Bugiardo, il film di David Fincher da poco presentato al New York Film Festival. È naturale però che l’attenzione dei giornalisti sia anche puntata verso il cinecomic che vedrà Affleck protagonista nel 2016, Batman v Superman: Dawn of Justice, visto e considerato che l’attore non ha ancora convinto tutti i fan circa il suo ruolo dell’Uomo Pipistrello.

Uno dei motivi di tanta inquietudine è sicuramente la partecipazione di Ben Affleck al fallimentare Daredevil, un film con cui in molti lo avevano considerato “esiliato” dal mondo dei supereroi. Durante un’intervista radiofonica con la NPR, all’attore è stato proprio messo in evidenza questo problema. Ben Affleck ha quindi prontamente risposto: «Ho infatti dei ripensamenti riguardo Daredevil, così come li ho per tutti i film che a mio avviso non sono fatti in modo consono. Davvero, se tornassi indietro probabilmente mi chiamerei fuori. Sono duro con me stesso e ho standard alti, voglio sempre fare degli ottimi lavori, ma in un qualche modo bisogna iniziare.»
Riguardo Batman v Superman invece, l’attore ci tiene a precisare che si tratta di un progetto di tutt’altro livello: «Batman è stato scritto da Chris Terrio, che ha anche scritto Argo e non è propriamente uno da soli fumetti. Inoltre è diretto da Zack Snyder, che ha un talento da vero artista visivo e che soprattutto conosce il mondo dei comics. Praticamente avete a che fare con un sandwich di talenti. Sono molto sicuro del progetto… Ho pensato che sarebbe stato fantastico fare uno di questi film però bene, stavolta

Per quanto riguarda Gone Girl invece, Ben Affleck apprezza soprattutto l’idea di aver lavorato con uno che davvero conosce il suo mestiere: «Quando lavori con qualcuno di cui davvero ti fidi, che ammiri, in realtà è tutto molto rilassato. David Fincher è l’esempio perfetto per tale discorso. The Social Network e Seven li considero come dei capolavori moderni. Non solo mi fido di Fincher, ma ho davvero avuto l’opportunità d’imparare da lui come regista e di carpire alcuni segreti del mestiere».

Qui di seguito l’intervista radiofonica di Ben Affleck.

Fonte: NPR

© RIPRODUZIONE RISERVATA