Se c’erano ancora dei dubbi sulle potenzialità di una saga come quella di Hunger Games, l’uscita nelle sale cinematografiche di La ragazza di fuoco li ha definitivamente spazzati via. In America il film ha dominato il weekend del Ringraziamento, mentre qui in Italia ha vinto il duello con Thor: The Dark World. Uscito di mercoledì come il film Marvel la settimana prima, in cinque giorni di programmazione il sequel con Jennifer Lawrence ha incassato 4,36 milioni di euro (con una media per sala di 5.700 euro senza il sovrapprezzo del 3D, di cui gode invece il film con Chris Hemsworth) battendo il supereroe rivale, che ne aveva portati a casa 4,29 milioni. Differenza non esagerata dunque, eppure significativa, perché in rapporto con una superpotenza della Casa delle idee e secondo tassello della Fase 2 aperta dal campione d’incassi Iron Man 3.

Ci sono altri due dati, però, che ben sottolineano l’impatto della saga tratta dai romanzi di Suzanne Collins: il numero di spettatori accorsi in sala e il netto miglioramento rispetto al primo capitolo. Nell’ultimo weekend sono stati oltre 632 mila i biglietti staccati per il sequel di Francis Lawrence, più di quelli che il cinecomic di Alan Taylor aveva conquistato settimana scorsa (564 mila). Il primo episodio, invece, alla fine della sua permanenza nelle sale aveva raccolto poco più di 3 milioni di euro, cifra che La ragazza di fuoco ha superato in neanche 4 giorni.

Uscito quindi sconfitto dal duello con Katniss, Thor alla sua seconda settimana è già in passivo del 58% rispetto al debutto. Il film ha comunque aggiunto al suo tesoretto altri 1,59 milioni di euro, arrivando a quota 6,7 milioni. Nel mirino, ora, ci sono i 7,4 milioni di euro del primo episodio, e non è da escludere che a fine corsa possa raggiungere i 9 milioni di euro.

Solo commedie italiane, infine, nelle successive tre posizioni: si tratta di Fuga di cervelli (1,26 milioni di euro), Sole catinelle (1,24), con la pellicola di Checco Zalone che praticamente raggiunge i 50 milioni di Titanic (al momento è arrivata a 49,8 milioni), dopo aver superato il totale degli spettaori di Avatar, e La mafia uccide solo d’estate (756 mila euro), primo film alla regia di Pif.

Sotto, la top ten italiana completa dal 28 novembre all’1 dicembre 2013:

  1. Hunger Games: La ragazza di fuoco (4,36 milioni di euro: new entry)
  2. Thor: The Dark World (1,59 milioni di euro; 6,7 milioni di euro in 2 settimane)
  3. Fuga di cervelli (1,26 milioni di euro; 3,5 milioni di euro in 2 settimane)
  4. Sole a catinelle (1,24 milioni di euro; 49,8 milioni di euro in 5 settimane)
  5. La mafia uccide solo d’estate (756 mila euro; new entry)
  6. Free Birds – Tacchini in fuga (532 mila euro; new entry)
  7. Stai lontana da me (472 mila euro; 3,5 milioni di euro in 3 settimane)
  8. Don Jon (346 mila euro; new entry)
  9. L’ultima ruota del carro (192 mila euro; 1,8 milioni di euro in 3 settimane)
  10. Planes (191 mila euro; 3,6 milioni di euro in 3 settimane)

Fonte: Cinetel

© RIPRODUZIONE RISERVATA