C'era una volta a Hollywood Tarantino

L’ultimo film di Quentin Tarantino, C’era una volta a… Hollywood, diventa un romanzo scritto dallo stesso regista e arriverà nelle librerie d’Italia il 1° luglio, edito da La Nave di Teseo. 

La copertina dell’edizione italiana sarà diversa rispetto all’edizione internazionale, unica al mondo (la trovate in fondo all’articolo). Insieme all’uscita del romanzo, arriverà nelle librerie anche la riedizione della sceneggiatura di Pulp Fiction, il cult assoluto della filmografia tarantiniana vincitore della la Palma d’oro a Cannes e dell’Oscar per la migliore sceneggiatura, scritta a quattro mani da Tarantino con Roger Avary.

Elisabetta Sgarbi, Publisher della Nave di Teseo, ha dichiarato in merito: «Sono onorata di annunciare la pubblicazione del romanzo di Quentin Tarantino, C’era una volta a Hollywood, con La nave di Teseo. Un vero romanzo che precede il film, e che del film è stato ispirazione, con forti differenze nei personaggi e nello sviluppo drammaturgo che il lettore italiano scoprirà il prossimo primo luglio quando il romanzo uscirà in contemporanea mondiale. Questo romanzo  che è un grande atto d’amore nei confronti del cinema e della cultura italiana – conferma nella convinzione che ho avuto sin dagli anni 90, quando pubblicai la sceneggiatura di Pulp Fiction, che Quentin Tarantino è uno scrittore straordinario, oltre che il regista che conosciamo. Un narratore vero anche nel suo cinema. La nave di Teseo ha chiuso un accordo con l’agenzia William Morris per il romanzo e un saggio. Contestualmente alla pubblicazione del romanzo, inizieremo a riproporre le sue sceneggiature, a partire da Pulp Fiction, che uscirà in contemporanea».

C’era una volta a… Hollywood ha ottenuto 10 nomination all’Oscar ed è valso la statuetta dorata a Brad Pitt come miglior attore non protagonista. Tarantino è stato a lungo infatuato, in gioventù, dei romanzi legati alle pellicole cinematografiche, che ha consumato avidamente (si trattava di libri tascabili che accompagnavano l’uscita di un film).

Proprio inscrivendosi nel solco di quella tradizione, si è cimentato per la prima volta con un libro che esplorerà anche il passato e il futuro dei personaggi Leonardo DiCaprio e Brad Pitt, che nel film interpretavano rispettivamente l’attore di western televisivi Rick Dalton e lo stunt e sua controfigura Cliff Booth, ampliando dunque l’arco temporale coperto dal film. 

In C’era una volta a… Hollywood Tarantino si è immerso nella mitologia di Los Angeles nell’estate precedente agli omicidi della famiglia Manson, nell’anno 1969 (qui potete leggere la nostra recensione del film). Come parte della sua ricerca artistica e dell’universo narrativo ad ampio raggio del lungometraggio, Tarantino ha scritto anche una mezza dozzina di episodi della serie fittizia interpretata nel film da Dalton, Bounty Law, e ha espresso il desiderio di dirigerli e di farne una serie tutta sua da girare per davvero.

«Negli anni Settanta i romanzi cinematografici (anche noti come novelization, ndr) sono stati i primi libri per adulti che sono cresciuto leggendo – aveva dichiarato Tarantino nei mesi scorsi – E fino a oggi ho mantenuto un enorme affetto per il genere. Quindi, come appassionato di romanzi cinematografici, sono orgoglioso di annunciare Once Upon a Time in Hollywood, il mio contributo a questo sottogenere letterario spesso emarginato, ma amato. Sono anche entusiasta di esplorare ulteriormente i miei personaggi e il loro mondo in un’impresa letteraria che potrà (si spera) stare accanto alla sua controparte cinematografica».

Foto: La Nave di Teseo

Foto di copertina: MovieStillsDB

Leggi anche: Quentin Tarantino, non solo cinema: i nuovi progetti che faranno impazzire i fan del regista

© RIPRODUZIONE RISERVATA