Crudelia, il nuovo film con Emma Stone, è nelle sale da pochi giorni. La origin story dedicata alla villain della Carica dei 101 (QUI la nostra recensione) ha tra i suoi punti di forza costumi e trucco, che adornano personaggi eccentrici e colorati. Tra loro, ha grande spazio John McCrea, che interpreta il primo personaggio Disney originale di un live-action ad essere apertamente omosessuale.

Proprio su questo tema si è accesa, tristemente puntuale, una polemica. A lanciarla non è un utente su qualche blog, ma un politico repubblicano degli Stati Uniti, Omar Navarro. L’uomo è una figura decisamente controversa nel panoram statunitense: definito un “candidato perenne” (termine che indica chi concorre per una carica ma perde spesso), è stato arrestato per violazione di un ordine restrittivo nel 2019, si è dichiarato colpevole di stalking e scontato una pena a sei mesi di carcere. Proprio lui, dal suo profilo Twitter, ha acceso la polemica contro il personaggio di John McCrea nel film Crudelia, Artie. Ha scritto:

«Il nuovo film Disney con Emma Stone, Cruella, mi ha appena rovinato l’infanzia con un personaggio sgargiante e apertamente gay. La Disney persiste nel cacciarci la sua agenda LGBT in gola». E ancora: «La pansessualità è di tendenza ma non dovrebbe esserlo. Esistono solo due gender. Maschio e femmina»

Una posizione che definire non in linea coi tempi è riduttivo e che nasce proprio all’inizio del Pride Month. Nel film, Artie è sì apertamente gay si tratta di un personaggio che si mostra per quello che è, senza particolari forzature o condizionamenti. Il regista Craig Gillespie, inoltre, ha svelato di aver aggiunto scene extra tra Emma Stone e John McCrea, colpito dalla chimica tra i due personaggi. 

Ai tweet omofobi di Omar Navarro, ha risposto l’attore John Stamos, noto per la sit-com Gli amici di papà, E.R Medici in Prima Linea, You e molto altro. Sotto al commento del controverso politico, ha replicato:

«Se questo ti ha rovinato l’infanzia, spero tu non abbia mai visto Gli amici di papà. Tre uomini single, che vivono sotto lo stesso tetto e allevano figli, in San Francisco…». QUI potete vedere il tweet

Quello di Stamos non è l’unico commento apparso sotto la polemica innescata dal politico: c’è chi pubblica foto dei Classici che mostrano una “agenda Disney” ben diversa nel passato e chi ritiene retrograda e terribilmente offensiva la posizione di Navarro.

Lo stesso McCrea, in un’intervista, ha parlato del suo personaggio dicendo: «Se non stai facendo del male a qualcuno, perché non dovresti essere in grado di vivere la tua vita come vuoi?». Andrebbe chiesto a Navarro e alla sua infanzia rovinata.

Foto: Walt Disney Studios

© RIPRODUZIONE RISERVATA