Jodie Foster

Jodie Foster riceverà la Palma d’Oro d’onore nell’ambito della cerimonia di apertura della 74esima edizione del Festival di Cannes, prevista per il prossimo martedì 6 luglio nella cornice del Palais des Festivals. 

Il riconoscimento, negli anni passati, è stato tributato a personalità di spicco del mondo del cinema francese e mondiale come Jeanne Moreau, Bernardo Bertolucci, Jane Fonda, Jean-Paul Belmondo, Manoel de Oliveira, Jean-Pierre Léaud, Agnès Varda e Alain Delon. «Cannes è un festival cui devo tanto, mi ha completamente cambiato la vita», ha detto Jodie Foster commentando la notizia.

«Jodie non smette mai di reinventarsi – dichiara il delegato generale Thierry Frémaux – Interroga con il suo sguardo penetrante, impara dagli altri ed è disposta a fare un passo indietro rispetto alle sue convinzioni per forgiare una nuova morale. Un’idea che si sforza di trasmettere nelle decisioni che prende come attrice e regista, e che la rende così preziosa durante i nostri tempi confusi. La onoreremo con calore e ammirazione!».

La prima partecipazione dell’attrice, regista e attivista sulla Croisette risale al 1976, quando il film di Martin Scorsese da lei interpretato accanto a Robert De Niro, Taxi Driver, si aggiudicò poi la Palma d’oro, e ha poi avuto modo di tornarvi nel corso degli anni. «La mia prima volta da regista sulla Croisette è stato un momento per me decisivo. Mostrare uno dei miei film qui è sempre stato un mio sogno. Sono lusingata che Cannes abbia pensato a me», ha aggiunto l’interprete premio Oscar per Sotto accusa e Il silenzio degli innocenti, che quando calcò le scale dell’allora Palais Croisette per la prima volta aveva solo 13 anni.

Jodie Foster ha presentato fuori concorso a Cannes nel 2016 l’ultima delle sue quattro regie, Money Monster – L’altra faccia del denaro. Ha recitato in carriera in circa 50 film e collaborato, come ricorda il festival, con attori come Robert de Niro, Anthony Hopkins, Mel Gibson, Kristen Stewart, Denzel Washington e registi del calibro di David Fincher, Robert Zemeckis, Spike Lee, Alan Parker e persino Claude Chabrol, in una carriera costantemente a cavallo tra l’industria di Hollywood e i film d’autore (le è stato anche dedicato un asteroide, che porta il suo nome in omaggio all’interpretazione della Foster nel film di fantascienza Contact di Zemeckis).

Il presidente Pierre Lescure ha commentato: «Jodie Foster ci ha fatto un regalo straordinario venendo a celebrare il ritorno del Festival sulla Croisette. La sua aura non ha eguali: incarna la modernità, l’intelligenza radiosa dell’indipendenza e il bisogno di libertà».

Il prossimo Festival di Cannes, che arriverà dopo la cancellazione dell’edizione 2020 a causa della pandemia di COVID-19, si terrà in via eccezionale dal 6 al 17 luglio prossimi e non nella tradizionale cornice di maggio.

Il presidente di giuria sarà Spike Lee e tra i film in anteprima mondiale già confermati spiccano il musical d’autore Annette di Leos Carax con Adam Driver e Marion Cotillard e l’atteso The French Dispatch di Wes Anderson. La conferenza stampa di presentazione della 74esima edizione si terrà domani a partire dalle 11.00.

Foto: Getty (Pascal Le Segretain/Getty Images

Leggi anche: Festival di Cannes 2021: Annette di Leos Carax con Adam Driver e Marion Cotillard è il film d’apertura

Leggi anche: Festival di Cannes 2021: Spike Lee torna come presidente della giuria alla 74° edizione

© RIPRODUZIONE RISERVATA