Se non ci fosse stato Harry Potter, Daniel Radcliffe sarebbe diventato un attore? O avrebbe fatto una carriera completamente diversa? Di certo, Radcliffe deve tutto al maghetto e ai film che gli hanno portato fama mondiale fin da quando, dodicenne, girò il primo Harry Potter e la pietra filosofale di Chris Columbus, nel 2001, per poi salutare la saga dieci anni e otto film dopo, con Harry Potter e i doni della morte – Parte 2 di David Yates.

Nonostante i fan lo adorino e nuove generazioni di bambini continuino a innamorarsi del mondo magico di Hogwarts, l’attore ha preso le distanze dalla sua recitazione nell’iconico franchise, descrivendola addirittura come “imbarazzante”. «È difficile separare il mio rapporto con Harry dal mio rapporto con i film nel loro insieme», ha dichiarato Daniel Radcliffe in una conversazione con Elijah Wood per Empire. «Sono enormemente grato per quell’esperienza: mi ha mostrato cosa voglio fare nel resto della mia vita. È una fortuna scoprire presto cosa ami fare. Sono profondamente imbarazzato da parte della mia recitazione, ovviamente, ma è come chiedere, “come ti vedi nella tua adolescenza?”. C’è così tanto che si agita in quel periodo che è quasi impossibile isolare una sola sensazione».

Quando Radcliffe è stato selezionato per il ruolo di Harry, i suoi genitori hanno quasi rifiutato l’opportunità: erano preoccupati perché Daniel, appena dodicenne, avrebbe dovuto trasferirsi per molto tempo da Londra a Los Angeles. Alla fine è stato negoziato un contratto per due film, con la produzione limitata al Regno Unito. Ma poi il successo del franchise ha fatto il resto, e Daniel è cresciuto inevitabilmente insieme al suo personaggio. 

E il successo della saga nata dai romanzi di J.K. Rowling è destinato a rinnovarsi, anche ora che il suo destino si è separato da quello di Ratcliffe: HBO Max e Warner stanno pensando di espandere l’universo del maghetto con una serie live-action. Intanto, il 23 febbraio arriverà in edicola con il Corriere della Sera e la Gazzetta dello Sport una raccolta che permetterà di costruire il modello del mitico castello di Hogwarts.

Fonte: Empire

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA