Molti ritengono che dei sosia di ognuno di noi siano sparsi in diverse parti del mondo e quest’idea, ovviamente, non può risparmiare nemmeno le celebrità. In particolare, per restare alla stretta attualità, Emma Watson, l’interprete di Hermione Granger nella saga cinematografica di Harry Potter, che a quanto pare ha appena trovato il proprio doppelgänger ufficiale.

La star britannica, oggi trentenne (ha compiuto trent’anni lo scorso 15 aprile), ha interpretato l’intelligente e brillante strega a partire da Harry Potter e la pietra filosofale nel 2001. E proprio in quel periodo Kari Lewis, 31 anni, cresceva parallelamente alla Hermione Granger del franchise, venendo spesso identificata con l’attrice per via di una somiglianza fisica davvero da brividi.

Parlandone in un’intervista con Marie Claire, la ragazza ha dichiarato: «Sono stato avvicinata da un paio di ragazze in un ufficio postale e mi hanno chiamato Hermione. Non ho riconosciuto il nome, quindi sono andato a casa e l’ho cercato. È stato più o meno il periodo in cui è uscito il primo film di Harry Potter».

La giovane Lewis, che è identica a Emma Watson fin da bambina, ha anche trovato alcuni modi creativi per capitalizzare la fortuna di somigliare una delle star più riconoscibili al mondo. Sul suo profilo Instagram (QUI LA FOTO) potete ammirarla mentre indossa l’uniforme scolastica di Hogwarts di Hermione ed è solita vestirsi come il personaggio dal 2017, quando ha partecipato al suo Comic Con in Indiana. Di lavoro, però, fa l’assistente didattica. 

Potete dare un’occhiata qui a un’altra foto che la ritrae, con vestiti decisamente molto simili a quelli che Hermione indossava nell’adattamento sul grande schermo del terzo libro della saga, Harry Potter e il prigioniero di Azkaban. E naturalmente fateci sapere, come sempre nei commenti, che ve ne pare di questa somiglianza!

Di recente l’attore Matthew Lewis, interprete di Neville Paciock, era tornato a parlare della saga spiegando perché trova “doloroso” rivedere i film di Harry Potter e non riesce di fatto a riguardarli, mentre a questo link trovate le copertine della nuova edizione italiana dei libri, molto discussa e accolta in termini tutt’altro che positivi.

Fonte: CinemaBlend

Foto: MovieStills

© RIPRODUZIONE RISERVATA