alan rickman harry potter

Nonostante siano passati 10 anni dall’ultimo Harry Potter e i Doni della Morte – Parte 2 e 14 dall’uscita del relativo libro, la saga di J.K. Rowling ha lasciato un segno profondo nei fan, così come negli attori coinvolti nelle trasposizioni cinematografiche. Molti membri del cast hanno legato la loro carriera agli iconici ruoli in Harry Potter e non fa eccezione Matthew Lewis, l’attore di Neville Paciock (Longbottom in inglese).

Proprio quello del goffo e “pacioccoso” Neville è uno dei personaggi che meglio rappresentano il cuore della serie di Harry Potter, il suo valore di romanzo di formazione su giovani maghetti che si ritrovano ad affrontare minacce sempre più grandi di loro. Oltre ad essere sbocciato fisicamente, Matthew Lewis ha interpretato uno degli archi narrativi più apprezzati dai fan, escludendo quelli del trio protagonista. L’unico altro personaggio che ha saputo entrare così nel cuore, è quello del Severus Piton interpretato dal compianto Alan Rickman.

I due attori sono proprio i protagonisti di questa notizia, dal momento che Matthew Lewis, nel corso di un’intervista per il podcast Inside of You di Michael Rosenbaum, ha raccontato un aneddoto sul celebre attore inglese vincitore di un Golden Globe, un Emmy (entrambi per Rasputin – Il demone nero) e un BAFTA (per Robin Hood – Il Principe dei Ladri). Lewis ha ricordato di quando andò a trovare Rickman, in uno degli ultimi momenti insieme sui set della saga:

«Sono andato nella sua roulotte e gli ho detto: ‘Ehi, so che è il tuo ultimo giorno e volevo solo dirti quanto è stato incredibile aver lavorato con te per tutto questo tempo. So che non abbiamo parlato moltissimo, ma volevo solo dirti che è stato perché ero terrorizzato, ma tu sei stato incredibile… Grazie per avermi permesso di lavorare con te per 10 anni e non avermi mai gridato contro e per aver trattato tutti quanti come tuoi pari’. E lui ha risposto: ‘Vieni dentro‘. Ha messo su il bollitore, abbiamo preso una tazza di the e chiacchierato su quello che avrei fatto nella mia carriera da lì in poi e mi ha dato qualche consiglio su cosa fare»

QUI IL VIDEO DELL’INTERVISTA COMPLETA

Per l’attore inglese e per i fan della saga, un aneddoto particolarmente dolce e commovente. Soprattutto pensando al fatto che i due hanno iniziato a lavorare insieme quando Lewis aveva 12 anni: nei panni di Neville Paciock, Alan Rickman lo ha letteralmente visto crescere ed è difficile pensare che non sia stato segnato da quell’esperienza e da quel rapporto. Specie considerando che è lui che fa immediatamente commuovere i fan, quando ripensano alla sua frase:

«Quando avrò 80 anni e sarò seduto sulla mia sedia a dondolo, starò leggendo Harry Potter. La mia famiglia mi dirà: “Dopo tutto questo tempo?”. E io risponderò: “Sempre”»

Sul tema Harry Potter, QUI potete leggere il triste motivo per cui la famiglia di una delle star non hanno mai visto i film

Foto: Warner Bros.

Fonte: Comicbook

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA