Il regista anticipa le sue idee per il sequel di IT

Negli Stati Uniti debutterà a breve, mentre per vederlo qui in ITalia dovremo attendere il 19 ottobre, ma l’hype nei confronti del remake di IT diretto da Andrés Muschietti e ispirato al romanzo cult di Stephen King è ormai alle stelle (qui le prime reazioni oltreoceano).

Sappiamo già che la storia sarà composta da due parti, una ambientata negli anni ’80 dove incontreremo per la prima volta il Club dei Perdenti e Pennywise (Bill Skarsgård). E un secondo capitolo dedicato ai giovani ormai cresciuti. Ma cosa potremmo vedere in questo sequel?

A rivelarlo è lo stesso regista, confermato anche per la seconda parte: «[Nel primo film] volevo focalizzarmi sul viaggio emotivo del gruppo di ragazzi. Introdurre l’altra dimensione è qualcosa che potremmo fare nella seconda parte. Nel libro la prospettiva che conosciamo è sempre quella dei Perdenti, quindi tutto quello che sanno su Pennywise è ipotetico e coperto da un velo di assurdità. quindi ho voluto rispettare quella sensazione di mistero sull’altra dimensione. Ho anche voluto lasciarmi qualcosa per la seconda parte, quindi non ho voluto mettermi nei guai con quell’aspetto – trattando il macroverse e questa roba tridimensionale – volevo si rimanesse con i piedi per terra, visto che il punto di vista è quello dei bambini».

E termina l’intervista, ammettendo che nel sequel “ci sarà un dialogo tra le due timeline.” 

Cosa ne pensate?

Leggi anche IT: il Club dei Perdenti alla ricerca di Pennywise nelle nuove immagini

Fonte: Yahoo

© RIPRODUZIONE RISERVATA