Come annunciato, inizialmente il consueto cammeo di Stan Lee nei Guardiani della Galassia doveva risultare diverso da quello poi inserito nel film. Noi purtroppo il risultato finale lo vedremo solo ad ottobre, ma la simpatica scena originale è già stata raccontata: Stan Lee doveva comparire nel museo del Collezionista e, visto da Groot, gli mostrava il dito medio.

Sappiamo che la Disney aveva ritenuto il tutto sopra le righe, chiedendo che fosse girato qualcosa più in stile con la casa di produzione. In realtà, fu lo stesso regista a decidere che il cammeo dovesse essere tagliato.
James Gunn spiega oggi che, per colpa di un tipico caso di misunderstanding con il giornalista che lo aveva intervistato, tutti pensano che il cambiamento della scena decisa per Stan Lee sia colpa della Disney la quale, a suo dire, non ha nemmeno mai visto il girato. «Alcuni ragazzi della Marvel mi dissero che la divertente scena con Stan Lee in realtà avrebbe distratto il pubblico: inoltre, lo stesso Lee non era riuscito a venire durante le riprese, per cui avremmo dovuto aggiungere digitalmente il suo viso a quello di una controfigura. Alla fine la scena è stata tagliata per ragioni creative».

Il mistero quindi è stato svelato, anche grazie all’immagine postata su Instagram dal regista (che effettivamente mostra la controfigura di Stan Lee).

Fonte: collider

© RIPRODUZIONE RISERVATA