Kevin Spacey è Getty senior in Tutti i soldi del mondo

Con una mossa imprevedibile e scioccante, la Sony Pictures non solo ha deciso di mantenere dicembre come data d’uscita del film drammatico Tutti i soldi del mondo di Ridley Scott, ma vuole tagliare Kevin Spacey dal film per rimpiazzarlo con un altro attore. Dal momento che continuano a fuoriuscire notizie di molestie sessuali che hanno per protagonista proprio Spacey.

 Avevamo appreso giorni fa che la Sony stava pensando di rimandare l’uscita di All the Money in the World (oltre ad avere revocato la campagna promozionale per gli Oscar) — in cui Spacey recita il ruolo del miliardario J. Paul Getty— al 2018 e quindi fuori dalla stagione dei premi. Spacey fino ad ora era stata la grande speranza per un Oscar nella categoria Miglior Attore non protagonista per la casa di distribuzione, ma quelle speranze sono ovviamente sfumate dopo le notizie degli ultimi giorni.

Il sito Deadline riporta che la Sony sta tagliando Spacey dal film, rimpiazzandolo con l’attore Premio Oscar Christopher Plummer e tenendo la data di dicembre per l’uscita. 


 

Tutti I soldi del mondo racconta la storia vera del rapimento di John Paul Getty III (Charlie Plummer) e il disperato tentativo di sua madre di convincere il miliardario nonno (Spacey/Plummer) a pagare il riscatto.

La decisione di rimuovere Spacey da Tutti i soldi del mondo è stata presa da Scott in accordo con Dan Friedkin e Bradley Thomas della Imperative Entertainment, il cast e la crew, Sony Pictures, e con l’assenso di Michelle WilliamsMark Wahlberg. Scott è stato categorico sul fatto che un film in cui tutti i suoi collaboratori hanno lavorato duramente sarebbe stato danneggiato da Spacey, e così ha dovuto trovare un rimedio. Secondo THR, inoltre, Plummer sarebbe stato la prima vera scelta di Scott per Getty Sr., ma Sony avrebbe richiesto un nome più importante per la parte. 

La mossa suona piuttosto delirante persino per un regista famoso per essere veloce come Scott. Variety aggiunge che i reshoot si svolgeranno nelle prossime due settimane e che Wahlberg e Williams saranno coinvolti. Dal momento che Spacey ha lavorato al film solo per due settimane, Plummer non dovrebbe essere impegnato a lungo. Il film dovrebbe essere rigirato e rimontato entro il 22 dicembre (proprio per rientrare tra i nominati agli Academy Awards).

Dopo la notizia della sospensione di Spacey da House of Cards e la cancellazione da parte di Netflix del biopic Gore, che aveva appena finito di girare prima che Anthony Rapp scatenasse l’inferno contro l’attore, si aggiunge dunque anche questo sconvolgente colpo alla carriera dell’attore. E non è finita qui… 

N.B. Che un attore sia stato sostituito in corso d’opera non succedeva dai tempi di Vivien Leigh in La pista degli elefanti (un esaurimento nervoso la costrinse a rinunciare; venne sostituita da Elizabeth Taylor) e da quelli di Michael J. Fox, che prese il posto di Eric Stolz in Ritorno al futuro. A film già concluso è, probabilmente, un episodio senza precedenti. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA