Era da luglio che Peter Jackson non pubblicava un videoblog dal set di Lo Hobbit. Finalmente, il quarto capitolo della saga-nella-saga ha fatto la sua comparsa sulla pagina Facebook del regista neozelandese; e così, dopo averlo visto sorvolare la Nuova Zelanda in cerca di location e averci fatto fare un giro tra le caverne degli Orchetti, Jackson ci spiega cosa significa girare Lo Hobbit in 3D.

Il video è più tecnico e meno ricco di sorprese gustose rispetto ai precedenti, ma vi consigliamo comunque di guardarlo. Jackson spiega, tra le altre cose, perché le telecamere RED Epic sono perfette per girare un film d’azione («Sono leggere e maneggevoli, possiamo usarle come fossero normali telecamere»), come fare a combinarle per ottenere un’immagine 3D (usando speciali specchi che avvicinano le immagini delle telecamere singole fino a sovrapporle) e una serie di altre specifiche tecniche abbastanza impressionanti (come il fatto che usino una scheda di memoria da 128 giga, che per noi semplici spettatori è una cifra spaventosamente alta). Non c’è solo Jackson, però: i costumisti raccontano come hanno fatto a restituire il colore naturale della pelle degli attori  – coinvolgendo come “cavia” il povero Graham McTavish – e i concept designer mostrano in che modo hanno prodotto delle concept art “stereoscopiche”, dipingendo un’immagine rossa e una blu e sovrapponendole. Piccola chicca per i tolkieniani: uno dei due che parlano è nientemeno che Alan Lee, cioè l’illustratore ufficiale delle storie di Tolkien.

I più attenti tra voi, comunque, potranno anche sbirciare in anteprima parecchi scene importanti del libro, il cui girato è sapientemente inserito tra una chiacchiera e l’altra, quasi casualmente. Tra queste, l’arrivo dei nani a casa Baggins (imperdibile la vestaglia di Martin Freeman/Bilbo) e la lotta contro i ragni a Bosco Atro, con l’intero gruppo di nani intrappolato nelle ragnatele. Non perdetevi anche una fuggevole immagine di Ian McKellen truccato da Gandalf e con indosso gli occhiali 3D…

Qui sotto potete vedere il videoblog, che si chiude con un importante promemoria: manca poco più di un anno all’uscita del film, che debutterà in contemporanea mondiale il 14 dicembre 2012. L’impazienza cresce…

© RIPRODUZIONE RISERVATA