Gary Oldman ne L'ora più buia

Agli attori viene spesso chiesto di trasformarsi completamente per un film. Pensiamo a Gary Oldman, che per interpretare Winston Churchill nel biopic L’ora più buia non sembra più nemmeno lui (qui la nostra recensione dal TFF35). Ma soprattutto, per entrare davvero nel pomeriggio, ha dovuto fumare sigari proprio come il Primo Ministro britannico.

E le conseguenze sono state inaspettate: tutto quel fumare lo ha intossicato! Ecco cosa racconta Oldman: «Ho sofferto di un serio avvelenamento da nicotina. Quando avevo un sigaro fumato per tre quarti, lo si accendeva e dopo un paio di riprese era finito, quindi me ne fornivano subito un altro. E rifacevamo ogni scena anche 10-12 volte».

E il regista Joe Wright all’Hollywood Reporter ha commentato: «È Winston Churchill. Non puoi avere Winston Churchill senza un sigaro».

Nonostante l’intossicazione, l’impegno dell’attore sembra già dare i suoi frutti: è stato nominato come Miglior Attore in un film drammatico ai Golden Globes e Miglior Attore protagonista ai Screen Actors Guild Awards questa settimana.

Cosa ne pensate?

Vi ricordiamo che L’ora più buia arriverà nelle nostre sale il prossimo 18 gennaio 2018 (qui l’ultimo trailer).

Fonte: CB

© RIPRODUZIONE RISERVATA