Tutto nasce da un racconto di Giuseppe Rampello, dal titolo Pure in galera ha da passa’ a’ nuttata, vincitore del premio Goliarda Sapienza 2013, che seleziona storie scritte da carcerati supervisionati da tutor d’eccezione come Carlo Verdone e Carlo Lucarelli. Rampello infatti è un condannato che sta scontando la sua pena e il suo lavoro ha ispirato la realizzazione di Mala Vita, nuovo cortometraggio scritto e diretto da Angelo Licata (Dark Resurrection, Closer) in collaborazione con Roberto Pretti. I protagonisti sono Luca Argentero (qui il suo blog su bestmovie.it) e Angelo Montanari: il primo interpreta un giovane delinquente che considera la prigione come una vera e propria casa. Come se al di fuori delle mura del carcere non ci fosse posto per lui. Un giorno, però, gli assegnano un compagno di cella, boss della camorra (Montanari), con cui non ci metterà molto a scontrarsi.

Il corto è prodotto da Rai/Riviera Film e da oggi, lunedì 16 marzo, è disponibile in anteprima assoluta su RAY, il nuovo portale web della Rai, dedicato a un pubblico giovane e multimediale (qui tutti i dettagli). Dal 26 marzo, in seconda serata, andrà invece in onda in chiaro su Rai 3. Di seguito, in esclusiva per Best Movie, un video backstage, accompagnato da alcune immagini:

You need Flash Player 9 or later installed to play this s3streamingvideo
© RIPRODUZIONE RISERVATA