matrix 4

Siamo ancora piuttosto lontani dalla data del debutto di Matrix 4, l’atteso sequel che riporterà sul grande schermo Keanu Reeves e Carrie-Ann Moss negli storici panni di Neo e Trinity, ma nel frattempo, qualcuno ha già avuto la possibilità di vedere il nuovo film di Lana Wachowski.

Sembra infatti che la Warner Bros. abbia dato il via ai test screening, permettendo dunque ad un pubblico ristretto di ammirare la prima versione dello sci-fi per prendere nota delle reazioni e valutare eventuali reshoot o modifiche più o meno consistenti. Ebbene, a seguito delle proiezioni è approdata su Twitter una reazione pubblicata da David Manning, che a quanto pare ha apprezzato il nuovo lavoro di Lana Wachowski:

«Ho assistito ad una proiezione di The Matrix Resurrections questo pomeriggio ed è: strano, meta, avvincente, sorprendentemente divertente e ambizioso, se vogliamo trovare un difetto. Mi aspetto delle discussioni molto variegate al riguardo, ma chi lo amerà, lo amerà davvero molto.» L’utente ha specificato in un secondo tweet: «È assolutamente il lavoro della Lana Wachowski di Cloud Atlas e non di Jupiter Ascending.»

 In un terzo post ha poi aggiunto che, sebbene l’invito alla proiezione parlasse di un generico “nuovo film di Matrix”, la scritta apparsa sul grande schermo confermava che il titolo ufficiale sarà The Matrix Resurrection, come si mormorava già da tempo.

A tornare nel cast, al fianco di Keanu Reeves e Carrie Ann-Moss, anche Jada Pinkett-Smith, che riprenderà i panni di Niobe, Daniel Bernhardt come l’Agent Johnson e Lambert Wilson nelle vesti del Merovingio. Tra le new entry troviamo invece Yahya Abdul-Mateen II, Jessica Henwick, Neil Patrick Harris, Priyanka Chopra, Jonathan Groff e l’ultima annunciata Christina Ricci.

Scritto da Lana Wachowski insieme ad Aleksander Hemon e David Mitchell – già autore di Cloud Atlas -, Matrix 4 arriverà nelle sale il 22 dicembre 2021. Nell’attesa, cosa ne pensate di questa prima reazione?


Il primo capitolo della saga, ricordiamo, è arrivato nelle sale nel 1999, ottenendo un enorme successo di pubblico e aggiudicandosi numerosi premi, tra cui 4 Oscar. Il suo enorme impatto culturale lo ha reso col tempo un cult per gli amanti dell’immaginario sci-fi/cyberpunk, rendendolo una delle maggiori fonti d’ispirazione per le successive opere dello stesso genere. Nel 2012 è stato scelto per la conservazione nel National Film Registry della Biblioteca del Congresso degli Stati Uniti.

Facevano parte del cast originale Keanu Reeves (Thomas A. Anderson/Neo), Laurence Fishburne (Morpheus), Carrie-Anne Moss (Trinity), Hugo Weaving (agente Smith), Joe Pantoliano (Cypher), Julian Arahanga (Apoc), Anthony Ray Parker (Dozer), Marcus Chong (Tank), Matt Doran (Mouse), Gloria Foster (l’Oracolo), Belinda McClory (Switch), Paul Goddard (agente Brown), Robert Taylor (agente Jones), Rex Linn (agente Brown), Ada Nicodemou (DuJour).

© RIPRODUZIONE RISERVATA