Nel marasma di reazioni più o meno positive – da parte di pubblico, critica e colleghi – alla notizia del mese, quella che Ben Affleck sarà il nuovo Batman, non poteva mancare anche la voce hollywoodiana più vicina all’attore e regista di Argo. Ci riferiamo a Matt Damon, che con Affleck vinse, nel 1997, un Oscar per la miglior sceneggiatura con Will Hunting – Genio ribelle: intervistato dal Times of India, Damon ha espresso totale fiducia nel lavoro dell’amico, lanciandosi in dichiarazioni che potrebbero anche far arrabbiare i fan del Cavaliere oscuro. Ecco le sue parole:

«Sarà bravo, bravissimo. So che su Internet un sacco di gente si lamenta, e la cosa mi fa ridere. Voglio dire, non deve interpretare Re Lear. È Batman! Ben è sicuramente in grado di farlo. Basta vedere Argo o The Town o qualsiasi suo lavoro recente, tutta roba molto più complessa, interessante e difficile di Batman! Batman non fa altro che stare lì con il suo cappuccio tirato su a sussurrare cose ai passanti con voce roca. Semmai la parte difficile è quella di Bruce Wayne, e Ben è perfetto anche per quello».

A chi, invece, gli ha chiesto un parere sulla possibilità di vederlo come Robin, Damon ha risposto picche: «Sono più vecchio di Ben» ha detto «e Robin è più giovane di Batman. Posso dire con certezza che non sarò Robin».

Fonte: Times of India

© RIPRODUZIONE RISERVATA