I fan di Stephen King possono tornare a sperare. Il colossale progetto di Ron Howard e Brian Grazer ispirato alla serie di romanzi dello scrittore americano The Dark Tower (La Torre Nera) infatti resta ancora a galla, nonostante la rinuncia di Universal a produrlo. Motivo della cancellazione era stato l’eccessivo budget previsto per i tre film e le due miniserie tv in programma, ma i due soci fondatori della Imagine Entertainment Howard e Grazer non hanno intenzione di mollare, come confermato da una dichiarazione del produttore al New York Post : «Stiamo cercando di ottenere finanziamenti esterni, da parte di privati, per produrlo ed in seguito distribuirlo attraverso un importante studio».

Un altro impedimento per l’avvio della produzione, inizialmente fissato per inizio 2012, è anche l’agenda del regista Ron Howard, impegnato con la lavorazione di Rush, biopic sul pilota di Formula 1 Niki Lauda che vedrà protagonista Chris Hemsworth (di recente visto nei panni del dio del tuono Thor).

Più che di una cancellazione quindi si parla di uno slittamento del progetto che, secondo Grazer, potrebbe partire anche il prossimo giugno.

Continuano intanto gli aggiornamenti su un altro film che ha subito un arresto per problemi economici, The Lone Ranger, che vede ingaggiati Johnny Depp, Gore Verbinski e Jerry Bruckheimer, rispettivamente nei ruoli di attore, regista e produttore, e di cui vi abbiamo riassunto le vicissitudini che hanno portato ad un momentaneo stop. Nonostante l’iniziativa di Verbinski e Bruckheimer di tagliare 10 milioni di dollari dai loro cachet, Disney sembra decisa per ora a non tornare sui proprio passi, proponendo piuttosto un cambio alla regia, sostituendo Verbinski (già “sforatore di budget” per i vari Pirati dei Caraibi) con un regista più parsimonioso. La buona notizia per i fan è che Johnny Depp, molto legato a questo progetto, sarebbe disposto a rimanere a bordo in ogni caso. Vi terremo aggiornati.

Fonte: New York Post

© RIPRODUZIONE RISERVATA