E pensare che una volta era un progetto di Gabriele Muccino e Keanu Reeves, ideale per rilanciare le carriere hollywoodiane di entrambi.
Oggi, dopo una travagliata gestazionePassengers è finalmente entrato in pre-produzione, ed è già uno dei film più attesi dei prossimi anni, giacché avrà come protagonisti due tra le star più amate del momento: Chris Pratt, fresco reduce dall’enorme successo di Guardiani della Galassia e dal record storico di Jurassic World, e Jennifer Lawrence, in questo periodo sul set di X-Men: Apocalypse, e a Novembre pronta a sbancare i botteghini mondiali con Hunger Games: Il canto della rivolta – Parte 2 (qui il trailer).

Tra loro scoppierà la love story fulcro di Passengers, ambientato nello spazio. Diretto da Morten Tyldum (nominato agli Oscar 2015 come Miglior Regista per The Imitation Game) e scritto da Jon Spaihts (Prometheus), Passengers è descritto come un «Gravity in salsa romance». Racconta di un futuro in cui una navicella spaziale sta raggiungendo un nuovo pianeta, molto lontano. A bordo ci sono centinaia di persone, addormentate nel sonno criogenico, ma un uomo (Pratt) si sveglia 90 anni prima dell’arrivo a destinazione. Spaventato all’idea di invecchiare da solo, decide di svegliare a sua volta un’altra passeggera (Lawrence).

Alcuni degli ultimi problemi che stavano tenendo in stallo il progetto derivavano dal compenso richiesto dalla Lawrence, ovvero 20 milioni di dollari a fronte dei 10 (minimo) di Pratt, su un budget totale di 120 milioni. Alla fine, però, la Sony Pictures ha accordato all’attrice il salario sopraccitato, mentre quello di Pratt è salito a 12 milioni. Un traguardo, oltretutto, piuttosto importante in un contesto come quello dello showbiz in cui le donne vengono puntualmente pagate meno degli uomini: ancora una volta, J.Law ha fatto il miracolo.

Fonte: Collider

© RIPRODUZIONE RISERVATA