Pare che Sam Raimi (nella foto Kikapress) abbia una gran voglia di tornare alle proprie origini, dopo il litigio con la Sony per Spider-man 4 e la serie TV (circa) storica Spartacus. E se l’anno scorso si era rituffato nell’horror con Drag Me To Hell, la notizia del giorno è il coinvolgimento del regista de La casa in una nuova versione di un classicissimo della fantascienza: Il giorno dei trifidi, romanzo di John Wyndham del 1951 già passato su grande e piccolo schermo in cinque o sei formati diversi – tra cui due miniserie per la TV della BBC datate 2001 e 2009 e la versione più famosa, il film di Steve Sekely del 1962 L’invasione dei mostri verdi.

Deadline riporta che l’asta per l’acquisizione dei diritti cinematografici dell’opera, recentemente tornati in vendita, è stata vinta dalla Mandate Pictures, che ha battuto la concorrenza, tra gli altri, della Warner Bros., pronta a schierare David Yates (fresco di Harry Potter) alla regia.

Il film sarà prodotto dalla Ghost House Pictures, nata da una collaborazione tra la Mandate, lo stesso Raimi e il fido Rob Tapert, a fianco del regista sin dagli esordi. «Sam è felicissimo di girare questo film; l’originale (la versione del 1962, ndr) era uno dei suoi film preferiti da bambino», fanno sapere dalla Mandate, che si vocifera abbia sborsato una cifra a sette zeri per i diritti, la somma più alta mai pagata nella (breve) storia della casa di produzione. (Foto Kikapress)


























© RIPRODUZIONE RISERVATA