«Chi ha ucciso Laura Palmer?» è stata la domanda tormentone degli anni ’90, lanciata ovviamente dallo show di culto Twin Peaks.
È ormai ufficiale e noto a tutti che David Lynch è al lavoro su una straordinaria terza stagione della serie, che dovrebbe arrivare sul piccolo schermo il prossimo anno. Della trama, ovviamente, si sa poco e nulla, se non che alcuni volti noti torneranno ad interpretare i ruoli che li hanno resi famosi al grande pubblico. Tra questi è ormai ovvia la partecipazione di Kyle MacLachlan, aka l’agente speciale Dale Cooper. Ma anche un altro iconico personaggio è pronto al suo” rientro”: si tratta di Sheryl Lee, ovvero la unica e sola Laura Palmer, il cadavere più famoso della tv.

Ad annunciarlo è stata la stessa attrice sulla sua fanpage di Facebook, recando molta gioia al pubblico.
Sheryl Lee, però, non ha solo comunicato la lieta notizia. Al London Evening Standard, l’attrice ha anche parlato dei molteplici problemi economici e fisici che l’hanno afflitta nel corso degli anni (praticamente dalla fine delle riprese di Twin Peaks).
Sheryl ha infatti raccontato: «a quarant’anni mi sono ammalata di neutropenia (grave mancanza di globuli rossi nel sangue) e il mio calvario è durato 4 anni e mezzo. Ho provato a continuare a lavorare, ma quando sei malato è dura. Ho provato con i film indipendenti, ma li non girano soldi. Così è andato tutto a monte: la mia saluta, la carriera, le finanze. Avevo una piccola casa che ho venduto per spostarmi in un condominio. Poi ho venuto anche quello: continuavo a rimpicciolire tutto. Vorrei dire di possedere ancora i souvenir di Twin Peaks, ma sono stata obbligata a vendere anche quelli. Ora vivo una semplice vita nella pensione di un ranch. Molti pensano che se sei un attore che ha fatto un ruolo conosciuto, allora automaticamente sei ricco. Ma non è vero, sono davvero pochi gli attori che hanno quella vita. Molti di quelli che conosco hanno problemi finanziari.»

Speriamo davvero che la vita di Sheryl Lee si risollevi con il suo ritorno a Twin Peaks. Qui di seguito lo status liberatorio (e rivelatore) scritto per i fan dall’attrice.

 

Fonte: standard

© RIPRODUZIONE RISERVATA