Per vedere Star Wars Episodio VII al cinema dovremo aspettare ancora un po’. Il progetto, infatti, è ben lungi dall’essere vicino ad una conclusione. La sceneggiatura è da poco passata nelle mani di Lawrence Kasdan (sceneggiatore della trilogia originale), che insieme a J. J. Abrams darà una sistemata alla prima versione dello script scritta da Michael Arndt. Il film è atteso nelle sale nel 2015, anche se la produttrice Kathleen Kennedy preferirebbe allungare al 2016, e in più continuano i rumors sul cast. Oltre al tormentone Benedict Cumberbatch, si vociferava che Saoirse Ronan avesse fatto dei provini, e ora un nuovo nome viene associato al primo capitolo della nuova trilogia: è Chiwetel Ejiofor, la star di 12 Years a Slave, vincitore all’ultimo Festival di Toronto. Di lui Abrams ha dichiarato a The Times: «È un grande attore ma non posso discutere del casting…».

Le porte rimangono aperte, dunque, ma i punti interrogativi sulla pellicola restano tanti. Uno di questi è come J. J. Abrams rappresenterà la sua visione del mondo creato da George Lucas. In Rete era apparso un video che gli suggeriva di far tornare la saga alle sue radici, riportandola nel territorio selvaggio della frontiera. E J. J. si è mostrato d’accordo in merito: «È vero, i toni più giusti sono quelli. Ho amato il mondo di Star Wars, così lontano da ciò che possiamo descrivere o immaginare. Nel primo episodio non sappiamo esattamente cosa sia l’Impero, quali siano i suoi piani e sin dove possa spingersi. Il modo in cui l’hanno sviluppato è stato magnifico».

Fonte: The Times

© RIPRODUZIONE RISERVATA