Il regista di Pulp Fiction torna a parlare del suo rapporto con il produttore Harvey Weinstein. Dopo le prime dichiarazioni rilasciate la scorsa settimana, Tarantino, in un’intervista al New York Times, è entrato nel dettaglio del suo rapporto con Weinstein, dichiarando: «Sapevo abbastanza per fare di più», citando alcuni episodi che vedevano coinvolte attrici più o meno note, «quelli che giravano intorno a lui non erano semplici pettegolezzi, o il solito gossip. Non erano notizie di seconda mano, sapevo che aveva davvero fatto un paio di queste cose. Credo che mi sarei dovuto prendere la responsabilità delle cose che sapevo», ha ammesso, «avrei dovuto farlo a quel tempo e smettere di lavorare con lui».

L’ex fidanzata di Tarantino, l’attrice Mira Sorvino, gli aveva raccontato degli abusi subiti ai tempi, molto prima che il caso esplodesse sui media. Il regista sapeva inoltre che la stessa sorte era capitata a un’altra attrice, Rose McGowan, con cui Weinstein avrebbe poi patteggiato. 

Tarantino ha poi aggiunto: «Quello che ho fatto al tempo è stato minimizzare l’incidente, parlarne ora suona come una giustificazione inutile. Avevo preso la cosa troppo poco seriamente, immaginandomi un boss degli anni ’60 che insegue la sua segretaria intorno al tavolo».

Riguardo all’interesse di Weinstein per la Sorvino, Tarantino era convinto si trattasse di un caso isolato e che tutto si sarebbe chiuso in seguito al loro fidanzamento. Mentre per l’attrice sua amica, nel momento in cui il regista si è confrontato con Wenstein sulla cosa, ha semplicemente ottenuto che la ragazza ricevesse delle timide scuse.

Tarantino ha inoltre lanciato un messaggio diretto ai colleghi di Hollywood: «Non bisogna avere paura. Quello che prima era accettabile è ora indifendibile a chiunque è dotato di una coscienza».

Infine, come riportato da Corriere.it, pare che nello scandalo sia coinvolta anche un’altra attrice italiana, oltre ad Asia Argento. L’articolo del Corriere cita testuali parole: “L’attrice, di cui non è stato diffuso il nome e che avrebbe 38 anni, secondo quanto riporta il Los Angeles Times, ha raccontato agli inquirenti di essere stata abusata sessualmente da Weinstein nel 2013 mentre si trovava a Los Angeles per l’ottava edizione di Los Angeles, Italia Film, Fashion and Art Festival. La donna avrebbe contattato la polizia martedì, tramite il suo avvocato David Ring dello studio legale Taylor Ring, per denunciare l’accaduto”.  

Fonti: New York Times, Corriere.it

Foto: © Getty

© RIPRODUZIONE RISERVATA