AMC chiede scusa. In questi giorni il network è stato sotto attacco perché colpevole di aver svelato in anticipo chi sarebbe morto durante la midseason finale (qui il nostro recap) della quinta stagione di The Walking Dead. Vedere Beth senza vita tra le braccia di un Daryl disperato ha fatto infuriare i fan della serie, anche americani in quanto il post è stato pubblicato con 3 ore di anticipo rispetto alla West Coast, e quindi senza che tutti avessero visto la puntata. E in rete è scoppiata la protesta.

Ora AMC fa ammenda pubblicamente, con un comunicato ufficiale su Facebook:

«Considerate le vostre reazioni in merito al post della scorsa notte, vi chiediamo scusa. Non avevamo alcuna intenzione negative, ma senza pensarci troppo abbiamo pubblicato lo spoiler. Vogliamo che sappiate che stiamo lavorando per assicuraci che in futuro ogni possibile spoiler sui social AMC venga ucciso prima che infetti tutti, senza dubbio prima The Walking Dead venga trasmesso sulla costa occidentale. Come sempre, vi ringraziamo e aspettiamo i vostri commenti. Apprezziamo il vostro supporto. #RIPSpoiler».

A voler essere precisi, non è la prima volta che AMC cede alla tentazione di spoilerare particolari su The Walking Dead. Era già capitato con la morte di Shane (Jon Bernthal) alla fine della seconda stagione, svelata in un banner pubblicitario del Blu-ray pubblicato sul sito AMC.

Vedremo se in futuro perderanno questo vizietto.

Leggi anche: Le dichiarazioni dello showrunner Scott Gimple, Norman Reedus e Andrew Lincoln sulla midseason finale

Fonte: Facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA