In attesa che inizino le riprese, Hugh Jackman si è lasciato andare a dichiarazioni entusiastiche sulla sceneggiatura di The Wolverine, sequel dello spin-off sul mutante dagli artigli di adamantio. L’attore, che per il ruolo si è sottoposto a sessioni di palestra ancora più intense del primo capitolo, ha spiegato che lo script del film, scritto sotto l’iniziale supervisione di Darren Aronofsky (successivamente sostituito dietro la macchina da presa da James Mangold), ha mantenuto circa l’85% della struttura originale. «È la miglior sceneggiatura che abbia mai letto», spiega Jackman, «Ho provato a convincere Darren a dirigere X-Men 3 e Wolverine, ma lui mi ha risposto che non è un lavoro per lui. Mark Bomback (sceneggiatore) e James Mangold (regista) hanno preso in mano la situazione e penso che il risultato sia ancora più forte di quanto avremmo fatto con Darren Aronofsky». Le riprese dovrebbero iniziare questo mese e, anche se non sono ancora state annunciate le location, molto probabilmente il film sarà ambientato in Giappone. In questo nuovo capitolo Wolverine dovrà scontrarsi contro Silver Samurai, un mutante esperto nell’arte della spada, in grado di incanalare dell’energia in un oggetto (il più delle volte è la sua spada) e di tagliare qualunque cosa (tranne l’adamantio).

L’uscita di The Wolverine è prevista per il 2013.

(Fonte: Collider)

© RIPRODUZIONE RISERVATA