Le evoluzioni della motion capture (per saperne di più, leggi la puntata dello speciale Cinema ad effetto), portata alla ribalta da Avatar (scopri i retroscena dal set del film di James Cameron), hanno donato tanto lustro alla tecnica da contagiare anche Steven Spielberg. Lo spiega lo stesso regista in un’intervista al Los Angeles Times, in cui ha rivelato perché ha scelto di realizzare il suo Tintin: il segreto del Liocorno (ideato e prodotto con Peter Jackson.) proprio con la motion capture, abbianata al 3D.

«Questa tecnica era l’unica che mi avrebbe permesso di realizzare un adattamento rispettoso dell’arte di Hergé (l’autore della serie di graphic novel con protagonista il reporter Tintin, ndr). Lui ha fatto viveve personaggi immaginari in un mondo reale, non in un universo frutto di fantasia. Immaginava e creava le sue storie nella realtà, facendo ricerche sul National Geographic. Un film in live action non avrebbe reso l’idea, non avrebbe fatto trasparire tutto ciò», ha raccontato Spielberg, che si è letteralmente innamorato della motion capture. «Ho adorato lavorare con questa tecnica. Mi sono sentito come un pittore, come mai prima d’ora… Vieni trascinato in un mondo virtuale, usando uno strumento tre volte più grande del controller di una Xbox».

Come gli attori di Avatar, anche il cast di Tintin ha indossato sul set tute di licra e sensori su tutto il corpo, collegati a oltre cento macchine da presa, pronti a registrare ogni loro movimento, ogni espressione… Mentre attraverso i monitor, proprio come già ha sperimentato Cameron, Spielberg poteva osservare la scena con gli attori già “convertiti” nei loro alter-ego “animati”.

«Queste speciali macchine catturano ogni movimento fisico ed espressivo – ha ribadito il regista -. Mentre sul set vedevo muoversi Andy Serkis, sul monitor mi appariva il suo personaggio, Captain Haddock, mentre correva per le strade del Belgio».

Ecco la trama ufficiale di Tintin: il segreto del Liocorno:
Nel primo di tre episodi previsti, diretto da Steven Spielberg, l’intrepido reporter Tintin, il suo devoto cane Snowy e il rissoso Capitano Haddock si impegnano strenuamente per trovare una nave da tempo scomparsa, il Liocorno, che nasconde un tesoro segreto e la chiave di un’antica maledizione.

Guarda le ultime foto del film.

Tintin: il segreto del Liocorno (primo capitolo di un’annunciata trilogia) arriverà nelle sale italiane il 28 ottobre 2011, anche in 3D.

(Fonte: Los Angeles Times)

© RIPRODUZIONE RISERVATA