Ci sono novità importanti riguardo i due film incentrati sul monte Everest, prodotti rispettivamente da Sony Pictures e Universal. Il primo, intitolato Everest, diretto da Doug Liman e ambientato durante gli anni ’20, doveva avere Tom Hardy nei panni di George Mallory, alpinista inglese ossessionato dalla montagna più alta del mondo, che a 37 anni cercò di scalare per la terza volta. Ma gli impegni dell’attore, che non coincidevano con l’inizio della produzione, previsto per marzo, lo hanno costretto ad abbandonare il progetto. Chi portare sulla celebre vetta dunque? Stando a quanto rivelato da Mike Fleming Jr. di Deadline, il regista avrebbe già un nome in cima alla lista: Benedict Cumberbatch, fresco fresco di flop del suo Il quinto potere in America. La concorrenza, però, è tanta e molto valida, perché in lizza per il ruolo di Mallory e del suo rivale George Finch ci sarebbero anche Joel Kinnaman, James McAvoy, Tom Hiddleston, Henry Cavill, Luke Evans, Dan Stevens, Matthew Goode, e Jim Sturgess.

La seconda pellicola, invece, è diretta da Baltasar Kormakur (Contraband, Cani sciolti) e racconta della tragica spedizione del 1996 che si concluse con la morte di otto alpinisti, dopo una violenta tempesta. Basato sul romanzo di Jon Krakauer (lo stesso autore di Into the Wild, che poi Sean Penn adattò per il grande schermo), il film ha ancora un titolo provvisorio (Everest) e si avvarrà anche di altre fonti, tra cui interviste ai sopravvissuti. Il progetto sta però incontrando una serie di problemi, e Working Title, che produrrà il film insieme a Universal, sta cercando un nuovo co-finanziatore. Si spera di poter iniziare la produzione a novembre, di modo da terminare tutto prima del titolo rivale. Nel cast dovrebbero esserci Josh Brolin, John Hawkes, Jake Gyllenhaal e Jason Clarke.

Fonte: Deadline

© RIPRODUZIONE RISERVATA