LOL - Chi ride è fuori

Dopo il successo dello show comico LOL – Chi ride è fuori, si continua a parlare del programma di Amazon e sui social è esplosa anche una polemica relativa agli sketch eseguiti nel corso delle sei puntate. 

Nello specifico, i protagonisti dell’edizione italiana del format, nato originariamente in Giappone, sono stati accusati di aver copiato e riproposto numeri delle versioni straniere. QUI UN POST SULL’ARGOMENTO

Particolarmente “incriminato” è il legame con la versione tedesca (evidenziato anche da Selvaggia Lucarelli, che ha scritto nel suo post: «Pretendo di SAPERE ORA COME STANNO LE COSE, sono già dall’avvocato. #lolchirideefuori»), nella quale erano presenti situazioni analoghe a Elio in versione in Gioconda e Lillo che esegue giochi di prestigio con un metro e una scatola di kleenex.

 

«Se devi far ridere gli altri usi anche cose che fanno tanto ridere te per primo – spiega ancora Lillo, al secolo Pasquale Petrolo – Sempre dichiarando la fonte. Anche le barzellette non le ho inventate io. Ma mi facevano ridere. Posaman o la frase “so’ Lillo” è chiaro che vengono da me, ma è un gioco, una sfida in cui ognuno usa le armi che gli fanno più ridere».

«Gli autori ci hanno solo messi in condizione di fare tutto quello che volevamo per far ridere – conclude – E quindi, dicendo che volevo fare Posaman, mi hanno fatto trovare il costume. È stato naturale parlare delle cose che avremmo voluto proporre e loro hanno fatto il possibile per assecondarci. Ma sono stati i primi a dirci che non dovevamo fossilizzarci sulla questione che fosse tutto repertorio nostro. Davvero, è un gioco, non una esibizione personale. Io, ad esempio, avrei voluto fare anche le pose di Zoolander, non ci vedo niente di strano».

Nei giorni scorsi Frank Matano aveva anche risposto alle critiche mosse al programma da Aldo Grasso (qui le sue parole). 

Che ne pensate dello show in generale, se l’avete visto, e delle parole di Lillo? Fatecelo sapere, come sempre, nei commenti.

Leggi anche: LOL – Chi ride è fuori: i 10 migliori tormentoni della serie

Leggi anche: LOL: già in astinenza? Ci sono contenuti che non avete ancora visto. Ecco dove trovarli

Foto: Amazon Prime Video

© RIPRODUZIONE RISERVATA