what if poster trailer

Conto alla rovescia per l’uscita di What if…?, la particolare serie animata che da mercoledì 11 agosto rivisiterà tutto l’MCU con storie alternative che promettono di divertire un mondo di fan Marvel. Dopo la fine di Loki (QUI la recensione), ora tocca a questo prodotto trascinare le attese fino ad Hawkeye: 9 episodi in cui faranno ritorno anche numerosi grandi nomi.

Tuttavia, sta facendo discutere infatti la notizia che Dave Bautista non figura nel cast dei doppiatori di What if…?. Quando quasi un mese fa è uscito il trailer della serie, gran parte dell’hype è salito proprio nel risentire le familiari voci di Benedict Cumberbatch, Josh Brolin, Mark Ruffalo, Samuel L. Jackson, Paul Bettany e decine d’altri. Tra questi anche Chadwick Boseman: il compianto attore di Black Panther è riuscito infatti a doppiare alcuni episodi prima della prematura morte.

Hanno però fatto rumore anche le grosse assenze nel comparto voci: Robert Downey Jr., Chris Evans, Scarlett Johannson, Brie Larson, Tom Holland e Elizabeth Olsen non faranno parte di What if…?. Tra gli assenti anche Dave Bautista, attore che negli scorsi mesi ha anticipato il suo addio all’MCU e al ruolo di Drax de I Guardiani della Galassia.

Proprio lui è al centro di una neanche tanto sottile polemica con la Marvel, o almeno così è parso da una caustica risposta data da Bautista su Twitter, a chi gli chiedeva come mai non desse la voce di Drax in What if…?. «Tanto per cominciare non me l’hanno chiesto» ha risposto l’attore. Una risposta che ha sorpreso anche un “vecchio amico” come James Gunn, che ha risposto con uno sbigottito «Cosa?». 

QUI IL TWEET DI DAVE BAUTISTA

Il produttore esecutivo dello show, Brad Winderbaum, durante un’intervista ha giustificato così la decisione:

«Una delle prime decisioni che abbiamo preso è che non avremmo lasciato definire lo show dagli attori che avremmo ottenuto. Parte del divertimento di What if…? è la sua capacità di raccontare storie in qualsiasi angolo di universo si voglia e questo significa che è necessaria una tela sconfinata, infinite possibilità. Inoltre, ero preoccupato che non saremmo riusciti a convincere nessun attore a tornare. Il fatto  che siamo riusciti ad avere circa l’85% degli attori o qualcosa del genere è incredibile ed è un vero onore e privilegio lavorare con tutti loro»

Dietro ad alcune defezioni sembra esserci quindi un rifiuto degli stessi attori, ma perché allora a Dave Bautista non sarebbe stato neppure chiesto di partecipare? Una domanda che si stanno facendo anche molti fan Marvel in rete, delusi dall’assenza di uno dei loro beniamini.

Leggi anche: Doctor Strange 2, il trailer di What If…? potrebbe aver già rivelato il cattivo del film

Foto: Marvel Studios

Fonte: Comicbook

© RIPRODUZIONE RISERVATA