Si è sempre detto che dal successo di L’Uomo d’Acciaio sarebbe dipeso il futuro dell’universo cinematografico targato DC Comics e Warner Bros. Il reboot di Zack Snyder finora ha incassato 520 milioni di dollari in tutto il mondo, sebbene negli Stati Uniti la sua marcia sia rallentata vistosamente dopo il debutto da record e qui in Italia non abbia mai ingranato. Risultati sicuramente al di sotto delle aspettative, che però non crediamo possano fermare del tutto il progetto in casa DC e WB.

Così si torna a parlare della Justice League, il crossover più chiacchierato e incerto di sempre. Questa volta è toccato a Christian Bale dire la sua, uno che con la trilogia sul Cavaliere oscuro di Christopher Nolan qualche credenziale nel mondo dei cinecomic se l’è guadagnata. Le notizie per i fan, però, non sono buone: chi sperava infatti che potesse tornare nelle vesti di Batman anche nel film sul gruppo di supereroi è meglio che abbandoni i suoi sogni, perché Bale non ne farà parte. Intervistato da Entertainment Weekly, l’attore ha dichiarato: «Siamo stati incredibilmente fortunati a realizzare tre film su Batman. Ma ora basta, non diventiamo avidi. Chris ha sempre detto di voler fare un film alla volta. E abbiamo finito col guardarci in faccia e dirci “Stiamo per fare il terzo”. Non abbiamo mai saputo dove saremmo arrivati veramente, ma se le cose dovevano andare in questo modo, allora è giusto che siano finite così». E poi ha aggiunto: «Non ho nessun tipo di informazione sulla Justice League, non ne ho parlato con anima viva. So che vorrebbero farne un film, tutto qui. È una torcia che dovrebbe passare da un attore all’altro. Quindi mi divertirò a guardare chi sarà il prossimo a prenderla» riferendosi al ruolo dell’Uomo pipistrello.

A meno di colpi di scena quindi, nessuno spiraglio. Con Il Cavaliere Oscuro – Il ritorno, Christian ha proprio appeso il mantello al chiodo.

Fonte: EW

© RIPRODUZIONE RISERVATA