Si chiude oggi, con l’assegnazione dei premi, l’ottava edizione del Festival Internazionale del Film di Roma, che si è contraddistinta quest’anno per un ricco programma che ha compreso titoli in lingua inglese molto attesi come Her, Out of Furnace, Romeo & Giulietta, Dallas Buyers Club e una fitta selezione di prime mondiali – soprattutto italiane – tra cui L’ultima ruota del carro, con Alessandra Mastronardi ed Elio Germano. Ma non solo, tantissime sono le star che hanno sfilato sul red carpet e che sono passate dai nostri microfoni, tra cui Joaquin Phoenix, Jennifer Lawrence, Scarlet Johansson e Jared Leto. Ma alla fine ciò che conta più di tutto, però, sono i premi: ad aggiudicarsi il concorso è Tir di Alberto Fasulo, la storia di un uomo che perde il lavoro e si reiventa camionista, un viaggio nell’Italia della crisi.

Visita la nostra sezione speciale dedicata al Festival di Roma: gallerie fotografiche, video-interviste e video-recensioni ti aspettano per ripercorrere tutto il festival.

Marc’Aurelio d’Oro per il miglior film: Tir di Alberto Fasulo
Premio per la migliore regia: Kiyoshi Kurosawa per Sebunsu kodo (Seventh Code)
Premio Speciale della Giuria: Quod Erat Demonstrandum di Andrei Gruzsniczk
Premio per la migliore interpretazione maschile: Matthew McConaughey per Dallas Buyers Club
Premio per la migliore interpretazione femminile: Scarlett Johansson per Her
Premio a un giovane attore o attrice emergente: tutto il cast di Gass (Acrid)
Premio per il migliore contributo tecnico: Koichi Takahashi per Sebunsu kodo (Seventh Code)
Premio per la migliore sceneggiatura: Tayfun Pirselimoğlu per Ben o değilim (I Am Not Him)
Menzione speciale: Cui Jian per Lanse gutou (Blue Sky Bones)
Premio BNL del Pubblico per il miglior film: Dallas Buyers Club di Jean-Marc Vallée

Premio CinemaXXI
Premio CinemaXXI per il miglior film (riservato ai lungometraggi): Nepal Forever di Aliona Polunina
Premio Speciale della Giuria CinemaXXI (riservato ai lungometraggi): Birmingemskij ornament 2 (Birmingham Ornament 2) di Andrey Silvestrov e Yury Leiderman
Premio CinemaXXI film brevi: Der Unfertige (The Incomplete) di Jan Soldat
Menzione Speciale CinemaXXI cinema breve: The Buried Alive Videos di Roee Rosen

Prospettive Doc Italia
Menzione speciale: Fuoristrada di Elisa Amoruso
Miglior documentario Italiano: Dal Profondo di Valentina Pedicini

Camera d’oro Taodue
Migliore Opera prima o seconda: Out of the Fornace di Scott Cooper
Miglior produttore emergente: Jean Denis Le Dinahet e Sebastien Miska per Il sud è Niente

Premi Critica on Line
Mouse d’Oro: Her di Spike Jonze
Mouse d’Argento: Snowpiercer di Bong Joon-ho

Nella sezione Alice nella Città il premio più importante è andato a The Disciple di Ulrika Bengts, mentre una menzione speciale è andata a Heart of a Lion di Dome Karukoski.

Foto: Getty Images

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA